Camminiamo sicuri

Oggi vi propongo un rituale semplicissimo che ad un primo ‘sguardo’ superficiale assomiglia molto più ad un gesto scaramantico che ad una vera propria opera di magia esoterica.
I rituali esoterici sono, comunque, sempre basati su azioni semplici e sulle energie che sappiamo esprimere partendo dai nostri stati d’animo e quindi anche le piccole pratiche che sembrano ‘leggere’ e folcloristiche in realtà possono essere molto efficaci.
Ve lo propongo perché l’ ho visto fare da un mio carissimo conoscente (non credo lo troverete in nessun grimorio) il quale me l’ha spiegato in maniera talmente convincente, nella sua semplicità , che non ho potuto fare a meno di condividerlo con voi.
La bella stagione ci invoglia ad uscire, fare camminate, escursioni, viaggi e questo rituale serve proprio per proteggerci durante le nostre attività all’aperto e nei nostri viaggi.
Avrete bisogno di:

  • Le scarpe che utilizzate normalmente per camminare, passeggiare, per fare jogging o trekking
  • Un pennarello nero

Capovolgete le scarpe e, in fondo sulla suola, di quella sinistra scrivete la parola SICURO/A mentre sulla suola destra, scrivete MI SENTO.
Indossate le scarpe e sedetevi sul pavimento piegando le ginocchia, in modo che le suole si tocchino e dite questa frase o simile:

Potrei fare il giro del mondo, ma torno sempre a casa sano e salvo;
cammino per chilometri in luoghi sia lontani che vicini, sano e sereno poi torno sempre qui qui

Ora uscite e godetevi il vostro cammino assicurandovi di controllare periodicamente le suole per vedere se le parole hanno bisogno di essere rinfrescate.
Una piccola postilla: la pratica di segnare le suole delle scarpe con frasi, ma anche con simboli e sigilli (magari proprio di protezione) fa parte, comunque, della tradizione esoterica principalmente cubana (i praticanti della religione ‘Palo’) e caraibica (con forti influenze voodoo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Articolo successivo

Massaggio di Luna