La respirazione del sole e della luna

Molte pratiche di magia esoterica richiedono spesso concentrazione e meditazione per canalizzare le energie che sono necessarie per realizzare le nostre intenzioni basta pensare, ad esempio, alla fondamentale tecnica della visualizzazione (cioè quello di proiettare nella nostra mente in maniera chiara quello che otterremmo realizzando il rituale che stiamo facendo) utilizzata in molti rituali.
Fondamentale per ottenere la tranquillità e l’equilibrio psichico necessari a questo genere di attività è la respirazione di cui, in questo articolo, vi riporto una tecnica molto interessante derivante dalla pratica yoga.
Questa tecnica di respirazione ci aiuta a riportare l’equilibrio tra la parte destra e la sinistra del nostro corpo, tra la nostra parte maschile e quella femminile, tra il nostro Sole e la nostra Luna.
Alla narice sinistra è collegato ida, uno dei più importanti canali energetici (nadi) del nostro corpo attraverso cui scorre il prana (soffio vitale), e alla narice sinistra è collegato il canale pingala.
Il prana che scorre attraverso questi due canali si mescola poi in sushumna, il canale principale che scorre lungo la colonna vertebrale.
Questa respirazione promuove inoltre la chiarezza di pensiero, lenisce il mal di testa e dona un senso generale di calma e lucidità. Stimola soprattutto il quinto e il sesto chakra (Vishudda e Ajna). È sconsigliata in caso di ipertensione o di fragilità dei capillari del naso.
Prima di iniziare, sedetevi in una posizione che trovate comoda, nella posizione del loto (Padmasana) o in quella dell’eroe (Virasana) oppure a gambe incrociate.
Chiudete gli occhi e svolgete una decina di respirazioni complete, facendo in modo che inspirazione ed espirazione abbiano la stessa durata.
Mentre respirate, concentratevi nel sentire il flusso dell’aria che percorre le narici.
Portate la vostra attenzione prima su una narice e poi sull’altra.
Apprezzate la sensazione di fresco che vi trasmette l’aria quando sfiora le vostre narici durante l’inspirazione, e il tepore dell’aria che ne esce.
Quando vi sentite pronti, portate la vostra mano (destra o sinistra) davanti al viso e appoggiate indice e medio alla radice del naso, in mezzo alle sopracciglia.
Con il pollice, tappate la narice destra e inspirate lentamente, contando fino a quattro, dalla narice sinistra.
Ora con l’anulare tappate anche la narice sinistra e trattenete così il respiro contando di nuovo fino a quattro.
Poi sollevate il pollice dalla narice destra e, sempre contando fino a quattro, espirate da questa. Al termine dell’inspirazione, procedete inspirando, questa volta dalla narice destra, tenendo la sinistra tappata.
Poi tappate la narice con il pollice e trattenete il respiro contando fino a quattro. A questo punto sollevate l’anulare ed espirate della narice sinistra, sempre contando fino a quattro.
Proseguite con la respirazione, inspirando di nuovo dalla narice sinistra, trattenendo il respiro ed espirando dalla destra; inspirando dalla destra, trattenendo il respiro ed espirando dalla sinistra e così via, con un movimento ciclico.
Continuate per almeno cinque minuti (già dopo cinque minuti il tuo livello di stress si abbassa e il tuo corpo/mente inizia a rilassarsi) e, se lo desiderate, anche più a lungo.
Al termine della pratica, restate per alcuni istanti a occhi chiusi e ascoltate il vostro respiro fluire, senza più cercare di controllarlo.
Prestate attenzione a come vi sentite, e in particolare alle sensazioni che provate nel naso e nella testa, dietro la parete frontale della scatola cranica.
Notate qualche differenza rispetto a prima della pratica? Vi sembra di respirare con più facilità?
Vi sentite più calmi e più centrati sui vostri obiettivi?
Ora, se lo desiderate, potete procedere con le vostre pratiche di magia esoterica; noterete come è più semplice canalizzare con efficacia le vostre energie verso la realizzazione del vostro volere.

Fonte: Nel Bosco della Dea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Articolo precedente

Infuso contro malocchio e fattura.

Articolo successivo

Rituale dello zucchero.