Il totem tartaruga

Questo articolo è il primo della serie dedicata ai totem e comincio dal ‘Totem’ che sento più affine a me, cioè quello della tartaruga.
Partiamo dal concetto principale, cioè spiegando cos’è un totem.
Il Totem è un ‘oggetto’ o essere (animali, piante) con cui un gruppo umano (ma anche un singolo) considera di avere una affinità particolare.
Questo termine è stato introdotto dal viaggiatore inglese J. Long nel 1791.
Deriva dal termine ‘ototeman’, che nella lingua degli Ojibwa (gruppo di indiani della regione dei Grandi Laghi, in America settentrionale) significa “egli è della mia parentela”
Il termine parentela è da intendere proprio come genitore cioè chi ci ha dato la genesi e quindi con chi abbiamo in una maniera o nell’altra molti aspetti (caratteriali, fisici, psichici…) in comune (affini).
In alcune correnti pagane, si usa “evocare” all’occorrenza dentro di sé il totem di un animale (per esempio, in una situazione pericolosa si evoca l’animale-totem del lupo) al fine di incorporare le caratteristiche più istintuali e utili alla situazione che sono proprie di quell’animale.
In alcuni culti sciamanici, il totemismo si avvicina al concetto di “possessione volontaria” poiché i praticanti di queste discipline antiche e primitive entrano in un contatto così profondo con lo “spirito” dell’animale totem da esserne “soggiogate”, prendendone persino alcuni atteggiamenti ed abitudini oltre che, come si suppone, le loro abilità.
Per noi che esercitiamo la magia esoterica è molto importante in alcune circostanze evocare un ‘Totem’ animale cioè stabilire  un relazione con un animale condividendone lo spirito protettore e quindi anche le peculiarità che esso simboleggia.
Approfondirò questo concetto (che capisco sia un po’ ostico da comprendere) nel prossimo articolo su questo argomento.
Ora vi riporto come esempio, per farvi capire meglio, l’interpretazione del Totem tartaruga.
Il simbolismo delle tartarughe è caratterizzato dall’associazione con la Terra e quindi ai simboli  di radicamento e pazienza.
Le doti che ci può infondere  ‘evocare’ il  totem tartaruga ve le riassumo brevemente nei punti subito seguenti.

  • Capacità di rimanere radicati, anche nei momenti di disturbo e caos
  • Determinazione,  persistenza
  • Forza emotiva e comprensione
  • Antica saggezza

La tartaruga è anche legata allo spirito dell’acqua e alla natura fluida delle emozioni.
Il totem della tartaruga simboleggia la nostra camminata pacifica su questa terra, rappresenta il percorso del nostro viaggio attraverso la vita.
La tartaruga non ha un carattere esplosivo, non si fa travolgere dalle emozioni; il tempo di reazione è lento, spirituale ma deciso.
È il totem della riflessione e della pacatezza ma nello stesso tempo anche quello dell’incedere certo e senza titubanze verso i propri obbiettivi.
Evocare il totem della tartaruga, quindi, è come evocare il profondo spirito della terra affinché ci faccia compiere i passi necessari della vita con sicurezza e senza tentennamenti.
Il Totem tartaruga ci può suggerire anche di ‘fermarci’ e pianificare strategie prima di agire.

 

Follow me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Articolo precedente

Gli angeli

Articolo successivo

Bagno rigeneratore.