La rosa di Gerico

Questa straordinaria pianta è conosciuta con molti nomi (come ad esempio il fiore di Maria) ma quello più famoso è ‘pianta della resurrezione per la sua capacità di tornare alla vita.
Cresce in deserti asciutti dove è perfettamente adattata al clima e sopravvive anche quando non c’è acqua disponibile per anni.
Essa si ‘rannicchia’ su se stessa, formando una piccola palla asciutta fino a quando non piove o non si trova in presenza di acqua.
Quando c’è abbastanza umidità questa sfera di vegetazione apparentemente morta e secca si dispiega, diventando una pianta morbida, simile a una felce, con splendide fronde verdi.
A rendere ancora più strana ed affascinante la rosa di Gerico è il fatto che essa non è affatto una felce ma un muschio che è presente sulla terra fino dalla notte dei tempi, come se fosse un vero fossile vivente; infatti è conosciuta anche come ‘la pianta del dinosauro’.
La Rosa di Gerico è molto semplice da mantenere e coltivare: le sue radici non hanno bisogno di attaccarsi a nulla e quindi potete trattarla tranquillamente come se fosse una ‘pianta aerea’ o epifita nebulizzandola con dell’acqua per renderla piacevolmente viva, ricordandovi che anche se la lasciate appassire non dovete affatto preoccuparvi.
Se la mettete in un piccolo vaso tendenzialmente piano (una ciotola è l’ideale) non lasciate acqua nel fondo per più di qualche giorno altrimenti essa marcirà.
Cambiategli l’acqua regolarmente e dategli delle pause di alcuni giorni lasciandola completamente senza acqua.
Ha bisogno di un ambiente luminoso e soffre il freddo eccessivamente rigido.
Le sue particolarità fanno in modo che la rosa di Gerico trovi un posto importante nella tradizione Hoodoo.
Essa, infatti, è ritenuta una pianta ‘spirituale’ in grado si portare prosperità attraverso il suo ‘potere’ di rigenerazione, utilizzandone l’acqua di cui si ‘nutre’.
Per il suo utilizzo magico recuperatevi cinque monete (ottime quelle da 50 centesimi) e ponetele sul fondo del vaso destinato ad accogliere la vostra rosa di Gerico.
Prendete la pianta e tenetela delicatamente fra le mani per qualche istante cogliendone l’energia.
Successivamente mettetela nel vaso sopra le monete e poi versate l’ acqua (la pianta non va immersa completamente, mi raccomando).
Dopo alcuni giorni raccogliete l’acqua rimasta nel fondo e ponetela in un contenitore o in un nebulizzatore.
Aspergete l’acqua sulle finestre e sulle porte per portare prosperità e pace per la vostra famiglia e per la vostra casa. Bagnate leggermente il portafoglio (o anche una piccola banconota) con l’acqua ottenuta per ottenere guadagni extra.
Potete anche tenere una certa quantità dell’acqua potenziata della rosa di Gerico per i rituali di protezione e purificazione, essendo questa ricca di energie rigeneranti e positive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Articolo successivo

Il potere del Vril