Inchiostro floreale.

Ho già detto più volte come sia importante per uno stregone / strega imparare a realizzare più cose possibili necessarie alla propria attività.
È il caso della piccola guida che vi propongo oggi il cui fine è quello di realizzare degli inchiostri completamente naturali che potete adoperare per le vostre opere o per redarre il vostro personalissimo grimorio.
Gli inchiostri floreali sono meravigliosi. Vi possono donare delle particolari tonalità scure ma anche colori simili a quelli degli acquerelli.
A parte il colore questi inchiostri sono caricati dell’energia e delle potenzialità peculiari del fiore da cui derivano.
Un ottima idea è quella di realizzare con questi colori, ad esempio, un incanto d’amore utilizzando inchiostro di rosa, dipingere ‘quadri’ energetici per adornare il vostro spazio di lavoro o, ancora, utilizzarli per tracciare simboli e sigilli.

Recuperatevi il seguente materiale:

  • Fiori
  • Contenitori di vetro. Sono ottimi i barattoli, quelli più piccoli, per la marmellata.
  • Un pestello o un altro strumento di legno (per schiacciare i fiori)
  • Acqua bollente
  • Alcool. Alternativamente potete utilizzare superalcolici per donare particolare ‘fragranza’ ai vostri colori come la Vodka (rigorosamente bianca) , Rum come lo stroh 80, Assenzio.
  • Opzionale: gomma arabica

Scegliete i fiori per realizzare il vostro colore facendo attenzione che l’inchiostro prodotto dai fiori non necessariamente corrisponde esattamente al colore del fiore stesso (fate delle prove e otterrete delle sorprese).
Mettete i fiori nel contenitore di vetro in modo che essi lo riempiano di un terzo. Prendete il pestello e con attenzione (sono fiori non serve tanta energia) schiacciateli per bene.
Prendete l’acqua bollente e riempite il contenitore in modo da coprire i petali dei fiori proprio a filo..non esagerate con l’acqua in quanto questo renderebbe l’inchiostro opaco.
Chiudete il contenitore e lasciate fermentare il tutto per almeno 24 ore.
Passato il periodo di tempo separate i fiori dal liquido filtrando il tutto con una garza o con un colino versando l’inchiostro così ottenuto in un contenitore di vetro pulito.
Ora aggiungete una parte di alcool e agitate delicatamente facendo attenzione che non si formino bollicine. Se ne avete a disposizione aggiungete un po’ di gomma arabica per dare consistenza al tutto.
Potete ora utilizzare il vostro inchiostro per scrivere utilizzando un pennino per la china per scrivere, ad esempio, fogli con nomi, epiteti, intenzioni, desideri etc… che utilizzate per i vostri rituali.
Se volete che quello che scrivete o disegnate con questi colori permanga nel tempo vi consiglio l’acquisto di un fissativo come quello che si adopera per gli acquarelli o per il carboncino in quanto questi colori sono molto volatili e nel giro di un mese (anche meno se sono esposti direttamente a fonti luminose) si degradano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Articolo successivo

Chiedi al ragno