Rituale per portare pace

Questa piccola opera non ha pretese di risolvere grandi conflitti o sanare gravi ‘fratture’ nei rapporti interpersonali, ma è molto valida per riequilibrare le energie negative che si possono accumulare nel luogo dove vivete o operate magari proprio a causa di discussioni, liti, fraintendimenti.
Ha, anche, una splendida efficacia sul nostro animo perché quieta i nostri stati d’alterazione dell’umore e quindi le nostre vibrazioni verso l’esterno, permettendoci di trasmettere a chi ci sta vicino sensazioni di tranquillità e pace.
Io consiglio di realizzare questo rituale anche quando abbiamo in previsione di fare riunioni nelle quali sappiamo che probabilmente dovremmo combattere per le nostre posizioni o per affrontare impegni d’affari (specialmente per mantenere la calma se dobbiamo recuperare crediti); approfittate delle energie della sera, prima di coricarvi, per dedicarvi a questa azione di pace.
Potete fare questo rito quando ne sentite bisogno, potrebbe diventare anche una necessaria consuetudine.
Recuperatevi questo materiale.

  • Un quarzo rosa.
  • Uno specchio (basta anche uno di quelli per il trucco con lo stand affinché possa rimanere autonomamente in piedi ed abbia una minima possibilità di regolazione)
  • Una candela di colore chiaro (rosa o bianca)
  • Un ripiano che vi faccia da supporto / altare.

Pulite bene il vostro spazio di lavoro (magari aspergetelo utilizzando dell’acqua lustrale e un rametto di rosmarino) e posizionate il vostro ripiano / altare avendo cura di mettere al centro di esso lo specchio.
Poi mettete la candela davanti allo specchio e accendetela.
Mettetevi comodi e tenete il quarzo rosa fra le mani, fissando il riflesso della fiamma nello specchio e dite (o cantate…la melodia sceglietela voi) a voce alta:

“Oh luce benedetta e riflessa, portami la pace questa notte.

Lascia che la mia mente e il mio cuore siano liberi e pieni di amore e di armonia.”

Guardatevi allo specchio e cercate di vedere ciò di cui volete liberarvi; rabbia, discussioni, alterchi verbali, situazioni spiacevoli.
Immaginateli trascinati nel riflesso della fiamma.
Una volta che pensate di avervi scrollato di dosso tutte le negatività o che idealmente le avete eliminate dal luogo dove vivete o operate, mettete lo specchio a faccia in giù.
Lasciate che la candela si spenga o lasciatela bruciare per 1 ora e spegnetela.
Quando la candela si è spenta oppure è trascorso il giusto lasso di tempo prendete lo specchio e pulitelo per bene con la vostra soluzione di purificazione preferita o con acqua salata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Articolo precedente

Il seme di un fiore

Articolo successivo

Ley lines