Le ali degli angeli

Angeli e ali si uniscono naturalmente nella cultura popolare. Le immagini degli angeli alati sono all’ordine del giorno su tutto, dai tatuaggi ai biglietti di auguri. Ma gli angeli hanno davvero le ali? E se esistono ali d’angelo, cosa simboleggiano?
I testi sacri delle tre principali religioni del mondo, il cristianesimo , l’ ebraismo e l’ Islam , contengono tutti versetti sulle ali degli angeli.
Gli angeli sono potenti creature spirituali che non sono vincolate dalle leggi della fisica, quindi non hanno bisogno delle ali per volare. Eppure, le persone che hanno incontrato angeli a volte riferiscono che gli angeli che hanno visto avevano le ali; altri riferiscono che gli angeli che hanno visto si sono manifestati in una forma diversa, senza ali.
L’arte nel corso della storia ha spesso raffigurato angeli con le ali, ma anche senza. Quindi alcuni angeli hanno le ali, mentre altri no?
Poiché gli angeli sono spiriti, non si limitano ad apparire in un solo tipo di forma fisica, come lo sono gli esseri umani.
Gli angeli possono presentarsi sulla Terra nel modo che meglio si adatta agli scopi delle loro missioni.
A volte, gli angeli si manifestano in modi che li fanno apparire come esseri umani.
La Bibbia dice in Ebrei 13: 2 che alcune persone hanno offerto ospitalità a estranei che pensavano fossero altre persone, ma in realtà “hanno intrattenuto gli angeli senza saperlo”.
Altre volte, gli angeli appaiono in una forma glorificata che rende ovvio che siano angeli, ma non hanno ali.
Gli angeli appaiono spesso come esseri di luce ; l’Hadith, un libro della tradizione mussulmana che riporta vita ed opere del profeta Maometto, dichiara: “Gli angeli sono stati creati dalla luce …”.
Gli angeli possono anche apparire nella loro forma glorificata con le ali, ovviamente. Quando lo fanno, possono ispirare le persone a lodare Dio.
Il Corano dice nel capitolo 35 (Al-Fatir), versetto 1:

“Ogni lode appartiene a Dio , il creatore dei cieli e della terra, che ha reso gli angeli messaggeri con le ali, due o tre o quattro (coppie). Esso da forma alla creazione come vuole: perché Dio ha potere su tutte le cose. “

La Torah e la Bibbia descrivono entrambe la visione del profeta Isaia degli angeli serafini alati in cielo con Dio: “Sopra di lui c’erano serafini , ognuno con sei ali: con due ali si coprivano il volto, con due si coprivano i piedi e con due stavano volando. E si chiamavano l’un l’altro: ‘Santo, santo, santo è il Signore Onnipotente; tutta la terra è piena della sua gloria ‘”(Isaia 6: 2-3).
Il profeta Ezechiele descrisse un’incredibile visione degli angeli cherubini nel capitolo 10 di Ezechiele della Torah e della Bibbia, menzionando che le ali degli angeli erano “completamente piene di occhi” (versetto 12) e “sotto le loro ali era ciò che sembravano mani umane” (versetto 21). Ciascuno degli angeli usava le ali e qualcosa “come una ruota che interseca una ruota” (versetto 10) che “scintillava come topazio” (versetto 9) per muoversi.
Non solo le ali degli angeli sembravano impressionanti, ma producevano anche suoni impressionanti, Ezechiele 10: 5 dice: “Il suono delle ali dei cherubini poteva essere udito fino alla corte esterna [del tempio], come la voce di Dio Onnipotente quando parla. ”
Le ali che di cui sono dotati gli angeli quando appaiono agli esseri umani sono simboli della potenza di Dio e dell’amorevole cura per le persone. La Torah e la Bibbia usano le ali come metafora come nel Salmo 91: 4, che dice di Dio:

“Ti coprirà con le sue piume e sotto le sue ali troverai rifugio; la sua fedeltà sarà il tuo scudo e bastione “.

Lo stesso salmo menziona in seguito che le persone che fanno di Dio il loro rifugio fidandosi di lui possono aspettarsi che Dio invii angeli per aiutare a prendersi cura di loro. Il verso 11 dichiara: “Poiché [Dio] comanderà ai suoi angeli che ti osservano di custodirti in tutti i tuoi modi”.
Quando Dio stesso diede agli israeliti le istruzioni per costruire l’Arca dell’Alleanza , Dio descrisse in particolare come le ali dei due angeli cherubini dorati dovevano apparire su di esso: “I cherubini devono avere le ali spiegate verso l’alto, oscurando con loro la copertura …” (Esodo 25:20 della Torah e della Bibbia). L’arca, che portava una manifestazione della presenza personale di Dio sulla Terra, mostrava angeli alati che rappresentavano gli angeli che aprivano le ali vicino al trono di Dio in cielo ..
San Giovanni Crisostomo disse una volta sul significato delle ali degli angeli:

“Esse manifestano la sublimità della natura. Ecco perché Gabriel è rappresentato con le ali. Non che gli angeli abbiano le ali, ma che tu possa sapere che escono dalle alture e dall’abitazione più elevata per avvicinarsi alla natura umana. Di conseguenza, le ali attribuite a questi poteri non hanno altro significato se non quello di indicare la sublimità della loro natura. “

Al-Musnad Hadith afferma che il profeta Maometto fu impressionato dalla vista delle molte enormi ali dell’Arcangelo Gabriele e che fu messo in soggezione dell’opera creativa di Dio:

“Il Messaggero di Dio vide Gabriele nella sua vera forma . Aveva 600 ali, ognuna delle quali copriva l’orizzonte. Dalle sue ali cadevano gioielli, perle e rubini; solo Dio li conosce. “

La cultura popolare presenta spesso l’idea che gli angeli debbano guadagnarsi le ali completando con successo determinate missioni. Uno dei ritratti più famosi di quell’idea si presenta nel classico film natalizio “It’s a Wonderful Life”, in cui un angelo di “seconda classe” in allenamento di nome Clarence si guadagna le ali dopo aver aiutato un uomo suicida a voler vivere di nuovo.
Tuttavia, non ci sono prove nella Bibbia, nella Torà o nel Corano che gli angeli debbano guadagnarsi le ali. Invece, tutti gli angeli sembrano aver ricevuto le loro ali puramente come doni di Dio per manifestarne la grandezza dell’opera creatrice.

Follow me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Articolo precedente

Le grazie dei santi (seconda parte)