Le incredibili proprietà curative e magiche del finocchio

finocchioSpesso non è necessario andare a cercare qualcosa di raro e di particolare per esercitare la nostra arte,anzi…
Madre natura ci offre meravigliose energie ‘magiche’ anche nei suoi prodotti più comuni che utilizziamo quasi quotidianamente.
È il caso del finocchio la quale è da millenni un’amata pianta medicinale e fonte di cibo. Era usato per trattare le irritazioni e l’infiammazione dello stomaco, oltre ad aiutare la salute degli occhi e sopprimere l’appetito.
Le proprietà magiche del finocchio sono molteplici ed includono, fra le altre, protezione, amore, longevità e coraggio.
Il finocchio, la cui forma più comune è chiamata Foeniculum vulgare , è un membro della famiglia delle Apiaceae la quale include anche la carota ed il prezzemolo.
È originario della zona Mediterranea ma ora è apprezzato e coltivato in tutto il mondo. Predilige il terreno asciutto.
Pliney the Elder (23-79 d.C.) fu il primo autore di cui abbiamo documenti certi a scrivere sulle proprietà del finocchio; pensava convintamente che i serpenti se ne nutrissero per migliorare la loro vista dopo aver perso la pelle.
Partendo da questi presupposti riteneva che che il finocchio fosse un potente guaritore e lo usava per trattare oltre 20 diversi disturbi.
Il finocchio è stato usato in medicina da molte culture diverse nel corso della storia.
Gli antichi egizi lo usavano sia come fonte di cibo che come medicina ed era usato come antidoto contro i morsi di serpente nell’antica Cina.
Il finocchio era molto usato nell’antica Grecia come cibo, repellente per insetti e medicinale.
Molti credevano che i semi di finocchio donassero coraggio e quindi bevevano spesso un tè ai semi di finocchio prima di andare in battaglia.
Il finocchio era così importante per Carlo Magno (747-814 d.C.) che richiese a tutte le fattorie imperiali di coltivarlo.
Era anche apprezzato dai monaci benedettini nel 700. Il re Edoardo Primo (1239-1307 d.C.) amava i semi di finocchio. Ci sono documenti dei suoi libri contabili del 1281 che affermano che comprava 8,5 libbre di semi di finocchio al mese. Si presume che fossero usati per condire il cibo come soppressori dell’appetito.
L’uso dei semi di finocchio come soppressore dell’appetito è stato portato negli Stati Uniti dai puritani.
Masticavano i semi durante le lunghe funzioni religiose per tenere a bada la fame. Ciò ha portato i semi ad essere chiamati “semi di incontro”.
Durante il Medioevo il finocchio veniva appeso sulle porte per tenere a bada gli spiriti maligni o vagabondi.
Le persone inserivano anche semi nella serratura delle loro porte per impedire ai fantasmi di far visita.
Alla fine del 1700, il finocchio fu aggiunto a quello che inizialmente era visto come un tonico medicinale: l’assenzio, il quale divenne estremamente popolare tra i bohémien dopo la prima guerra mondiale sia in Europa che negli Stati Uniti.
Piccola parentesi: l’assenzio è chiamato anche ‘fata verde’ (70° di liquore) e si ottiene ancora oggi distillando principalmente semi di anice verde, artemisia absinthium e semi di finocchio.
La leggenda vuole che Prometeo abbia portato il fuoco agli umani in un gigantesco gambo di finocchio (anche se, ad essere precisi molte leggende affermano anche che abbia usato un ramo di sambuco).
Ippocrate credeva fermamente che il finocchio potesse aumentare la produzione di latte per le donne che allattano.
Gli antichi greci credevano che il tè al finocchio portasse a perdere peso ed era definito con il termine ” Maratona μάραθον o μάραθο ” dalla famosa località da cui prede il nome la nota specialità olimpica , ma che nell’antichità era conosciuta proprio per la coltivazione del finocchio. Martona pare volesse dire ‘luogo dei finocchi’.
Si dice che Feidippide, che corse la prima maratona in assoluto, portò con sé un gambo di finocchio quando tornò a Sparta per convincere più soldati a combattere contro la Persia in quella che è conosciuta come la battaglia di ‘Maratona’.
Il finocchio gigante veniva usato per realizzare le bacchette cerimoniali, chiamate tirso, che portavano i seguaci di Dioniso.
Tutte le parti del finocchio sono considerate sicure da mangiare sia crude che cotte. I gambi sono spesso troppo fibrosi per essere usati, quindi vengono spesso scarta.
Si consiglia alle donne incinte e ai bambini piccoli di evitare di consumare il finocchio poiché alcuni composti del finocchio possono essere tossici per i neonati ma per il resto le proprietà medicinali del finocchio sono veramente numerose; le trovate riassunte a grandi linee nei punti sottostanti.

  • È un ottimo antimicrobico e ha anche un’azione antibatterica
  • Aiuta a regolare la pressione sanguigna
  • Riduce la ritenzione idrica
  • Aiuta con le irritazioni allo stomaco
  • È un buon antispasmodico e antinfiammatorio
  • Può ridurre i sintomi dell’asma
  • Contiene vitamina A, ottima per la vista
  • È altamente nutriente ed aiuta a lenire la sensazione della fame
  • Aiuta a mantenere il cuore sano
  • Aiuta ad alleviare i sintomi della menopausa

Al finocchio sono attribuite anche molte proprietà che ci possono aiutare nella nostre quotidiane pratiche di magia esoterica.
Il finocchio, coltivato nei pressi della nostra abitazione o del nostro spazio di lavoro fornisce una protezione completa contro forze spirituali ed energie indesiderate.
Si ottiene la stessa funzione di protezione ponendone i semi vicino alle finestre oppure bruciandoli nell’incensiere aspergendone il fumo nel luogo che volete proteggere.
Potete usare il fumo dei semi per purificare tutti gli strumenti che desiderate utilizzare nella vostra pratica magica.
Consiglio di bruciare assieme al finocchio anche del buon incenso in grani per ‘pulirne’ un po’ i fumi.
Se siete in un periodo particolarmente sfortunato potete ‘vestire’ una candela di color chiaro (bianca o dorata) rotolandola in olio di oliva e coprendola con semi di finocchio macinati. Accendetela e lasciatela bruciare completamente. Infine, seppellite la cera rimanente lontano da casa per spezzare la sfortuna.
Per notti intense e piene di passione tenete sotto il materasso una bustina di semi di finocchio con un pezzo di cannella e alcuni petali di rosa.
La tradizione popolare insegna che i semi di finocchio rinfrescano l’alito; masticateli prima di un incontro importante, un esame, un colloquio di lavoro..etc. Vi infonderanno coraggio e vi daranno aiuto nell’esprimervi in maniera chiara e coincisa permettendovi di dare, fra le altre cose, anche una spinta alla vostra memoria favorendo la concentrazione.
Le divinità associate al finocchio sono Prometeo, Apollo e Dionisio, il genere è maschile, l’elemento a cui è riferito è l’aria (molti gli assegnano anche il fuoco), il segno zodiacale corrispondente è la vergine ed il pianeta d’influenza è Mercurio.
Possano le vostre notti essere piene di amore, i vostri giorni pieni di successo e le vostre energie liberate dalla negatività.

Follow me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Articolo precedente

Il rituale dei cinque elementi

Articolo successivo

Teoria e pratica del viaggio astrale