Incantesimo per aumentare l’intuizione

Albert Einstein diceva: “La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un servo fedele. Abbiamo creato una società che onora il servo e ha dimenticato il dono”.
La piccola pratica che vi propongo oggi serve proprio a favorire le nostre capacità d’intuizione, le quali sono fondamentali anche per la nostra arte, sopratutto se siamo soliti esercitare opere di divinazione.
La fonte di questo incantesimo (come molti di quelli che vi illustro in questo blog) è da ricercarsi nella tradizione della magia naturale proveniente dalla tradizione Wiccan; di conseguenza le energie portanti di questa pratica provengono principalmente dalle erbe e dalla natura.
Recuperatevi il seguente materiale:

  • Alcune foglie di alloro
  • Alcune foglie di basilico
  • Un nastro bianco (lungo almeno 20 cm.)
  • Un cucchiaino di miele
  • Un ripiano che possa farvi da supporto / altare

I pochi elementi necessari a questa pratica hanno una forte valenza simbolica e portano con se energie veramente potenti.
L’alloro richiama la simbologia del sole e quindi, in questo caso della chiarezza.
Il potere occulto del basilico influenza positivamente la mente e le emozioni. In generale, esso è considerato uno dei migliori tonici del sistema nervoso, è in grado di attenuare la fatica mentale e di liberare la mente, favorendo vigore e chiarezza, e allontanando l’indecisione e le idee negative.
Il miele è legato al processo di risveglio dell’illuminazione.
Preparate con cura il vostro ambiente di lavoro e mettetevi all’opera.
Posizionate tutto il materiale necessario sul vostro altare nel modo che più vi aggrada.
Potete prevedere di offrire una candela chiara (bianca o gialla) alla vostra forza spirituale di riferimento, dedicando anche un pensiero o una preghiera.
Prendete le foglie di alloro e di basilico e sovrapponetele in modo da poterle arrotolare.
Mettete un cucchiaino di miele sopra le foglie e arrotolate il tutto (potete anche creare una specie di palla…) fissandolo con il nastro bianco.
Il manufatto così ottenuto potete metterlo sul comodino o sotto il cuscino se desiderate favorire sogni vigili o intuizioni che possono risolvere qualche vostra questione, oppure tenerlo accanto a voi quando leggete i tarocchi o vi esercitate con il pendolo.
Se avete bisogno di amplificare il vostro intuito per un incontro con qualcuno (affari, esami, discussioni, riunioni…) potete portarlo con voi.
Il vostro amplificatore di intuito andrebbe rinnovato (se ne avete bisogno) almeno una volta alla settimana.
Per smaltirlo potete ‘disfarlo’ e utilizzare la parte organica (foglie e miele) come incenso, mettendo il tutto su dei carboncini accesi in un incensiere.
Il nastro potete riciclarlo come più vi aggrada.

Follow me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Articolo precedente

La meditazione