La meditazione

Molte delle pratiche di magia esoterica che vi illustro in questo blog richiedono dei momenti di meditazione personale per focalizzare le energie e visualizzare con chiarezza i nostri obiettivi.
La meditazione è uno strumento molto potente, non solo per la pratica della magia ma anche per vivere con più tranquillità e decisione tutte le sfide che il quotidiano ci prospetta.
Può aiutare a combattere lo stress, favorisce la salute fisica, aiuta con il dolore cronico, può farti dormire meglio, sentirti più felice, essere più tranquillo ed essere più presente, ma ad un livello più profondo, la meditazione è una porta verso l’ignoto; può aiutarci a capire il mistero di chi siamo.
Quando iniziate a meditare, noterete quanto sia indisciplinata la mente.
All’inizio la mente vaga ovunque….pensieri profondi sul nostro passato o futuro si mescano con quelli più banali ma anche con quelli più dolorosi o nostalgici.
Se desiderate provare ad esercitare la meditazione non entrate in conflitto con voi stessi, la nostra mente è naturalmente un cavallo imbizzarrito e ci vorrà del tempo per riuscire a domarla e trovare la via della chiarezza e della tranquillità.
Ho pensato, quindi di proporvi alcuni semplici suggerimenti per affrontare con profitto questa pratica che vi porterà un notevole benessere psico / fisico; vi assicuro che se fate lo sforzo di superare le prime difficoltà non potrete assolutamente più farne a meno e diventerà una parte importante del vostro tempo e del vostro benessere.

  • Postura
    Sia che preferite rimanere seduti su una sedia o con le gambe incrociate sul pavimento, assicuratevi che la colonna vertebrale sia in posizione verticale e mentente la testa in alto.
    Se siete eccessivamente rilassati e mantenete il capo chino la vostra mente andrà alla deriva.
    La postura è importante in quanto mente e corpo si intrecciano.
    Se il vostro corpo è ben bilanciato, anche la vostra mente sarà in equilibrio.
    Per mantenervi in posizione eretta provate ad immaginare di fare in modo che la vostra testa stia toccando il cielo.
  • Occhi
    Provate a tenere gli occhi aperti. Gli occhi aperti vi permettono di essere più presenti.
    Abbassate gli occhi e lasciate che il vostro sguardo sia ‘morbido’, cioè non eccessivamente focalizzato su qualcosa che vi circonda.
    Se chiudete gli occhi, sarete più propensi a lasciarvi trasportare dai vostri pensieri.
    Tuttavia, è fondamentale fare ciò che è comodo per voi.
    Alcune persone trovano che chiudere gli occhi sia molto più efficace.
    Sperimentate e vedete cosa vi fa sentire meglio.
  • Focus
    La meditazione è una pratica meravigliosa per riprendere in mano la nostra mente.
    Quante volte perdiamo importanti esperienze perché stiamo ‘viaggiando’ altrove con i nostri pensieri.
    La pratica della meditazione ci allena ad essere maggiormente presenti anche negli accadimenti quotidiani utilizzando concentrando la luce della consapevolezza su quello che sta succedendoci intorno.
    Quando meditate prestate attenzione a qualunque cosa si collochi al centro della consapevolezza; vi suggerisco di usare il respiro come punto focale della vostra attenzione.
  • Il respiro
    Prestare attenzione al respiro è un ottimo modo per ancorarvi al momento presente.
    Notate il vostro respiro che scorre dentro e fuori.
    Non è necessario regolare il respiro, lasciate che sia naturale.
    Se avete difficoltà a stabilizzarvi, potete provare a ‘contare’ il respiro, che è un’antica pratica di meditazione.
    Durante l’espirazione, contate in silenzio “uno”, poi “due” e fino a “quattro”. Quindi tornate a “uno”.
    Ogni volta che notate che i vostri pensieri si sono allontanati o vi ritrovate a contare “trentatré”, tornate semplicemente a “uno”.
    In questo modo, “uno” è come tornare a casa nel momento presente.
    È bello tornare senza voltarsi indietro….
  • Pensieri
    Quando, durante la meditazione, vi giungono dei pensieri, lasciateli andare dolcemente riportando la concentrazione sul respiro.
    Non cercate di fermare i pensieri; questo vi darà solo ansia ed agitazione.
    Immaginate che siano ‘visitatori’ sgraditi alla vostra porta: riconoscete la loro presenza e chiedete gentilmente loro di andarsene.
    Quindi, riponete la vostra attenzione sul respiro.
  • Emozioni
    È difficile stabilirsi in meditazione se state lottando con forti emozioni.
    Questo perché alcune emozioni tendono a generare ‘distorsioni’ nella mente.
    Soprattutto i sentimenti di rabbia, vergogna e paura generano pensieri che tendono a ripetersi più e più volte nella mente.
    La rabbia e la vergogna ci spingono a continuare a guardare agli eventi passati. La paura guarda al futuro con pensieri che iniziano normalmente con: “E se …”
    Il modo per affrontare le emozioni forti in meditazione è concentrarsi sulle sensazioni corporee che le accompagnano.
    Lasciate andare i pensieri e concentratevi sul tuo corpo.
    In questo modo onorate le vostre emozioni ma non vi lasciate coinvolgere dai pensieri.
  • Silenzio
    Il silenzio guarisce.
    So che c’è molta “musica di meditazione” in giro (incluso il mio album ‘Il sussurro degli elementi’), ma nulla è meglio del semplice silenzio.
    Quando ci sediamo in silenzio, possiamo effettivamente sperimentare ciò che sta ‘facendo’ la nostra mente.
    C’è fermezza e calma che derivano dallo stare seduti in silenzio. Nel tempo, il silenzio esterno e quello interiore si incontrano.
  • Durata
    Iniziate con 10 minuti (anche meno).
    Non sforzatevi di meditare più a lungo se non siete pronti a farlo.
    Col tempo potreste voler estendere la vostra meditazione a 25 minuti.
    È una lunghezza che vi permette di calmare la vostra mente senza causare troppo stress al vostro corpo.
    Ad alcune persone piace stare seduti per un’ora alla volta. Altri scoprono di non poter stare seduti per più di 10 minuti. Fate ciò che vi sembra giusto!
  • Luogo
    Cercate di creare un posto speciale per la vostra meditazione.
    Potete persino realizzare un piccolo altare, dove siete soliti meditare, mettendoci sopra, ad esempio, una candela e degli oggetti che hanno un particolare significato per voi.

Follow me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code