Piccolo rituale per togliere una fattura o un malocchio.

Vi propongo un’ opera esoterica molto semplice appartenente alla tradizione della magia bianca e che serve per proteggersi (in maniera molto efficace) da malocchi e fatture.
È molto antica e la ritroviamo in molte varianti ma gli elementi simbolici e pratici sono sempre gli stessi: la luce, la purificazione attraverso l’acqua il sale ed il rosmarino e le proprie energie positive.
Il materiale che vi servirà per questa opera di magia è realmente semplice da recuperare.

  • Una candela bianca
  • Filo nero di 20 cm non troppo sottile (possibilmente di lana o cotone)
  • Un porta candele (può essere un pentolino, un piatto…quello che volete l’importante è che sia ignifugo)
  • Acqua
  • Un rametto di Rosmarino 
  • Sale grosso
Dovete prima di tutto procedere con purificare i semplici oggetti necessari a questo rito utilizzando anche del semplice sale con dell’acqua e un rametto di rosmarino.
Mettete del sale grosso nell’acqua e con il rosmarino aspergete la candela ed il filo nero.
In alternativa potete utilizzare anche dell’incenso a base di sandalo e della salvia fumigando gli strumenti da utilizzare.
Una volta purificati gli strumenti prendete la candela e tenetela un’attimo ed intensamente fra le Vostre mani concentrandovi ed impregnandola con la Vostra energia positiva immaginandola in grado di scacciare qualsiasi negatività,
Ora prendete lo spago e avvolgetelo fra l’indice ed il medio della Vostra mano abile (quella che utilizzate per scrivere) stringendola a pugno.
Ora desiderate intensamente che la fattura o il malocchio che pensate che vi affliggono passino sullo spago.
Annodate il filo attorno alla candela per tre volte dicendo questa formula anch’essa per tre volte, ogni volta che fate un nodo. 

“Tre volte il male è annodato,
da me ora lontano è scacciato.
Fuoco che divampi e ustioni,
cancella per sempre questi dolori!

Rimanete in meditazione e osservate la candela bruciare assieme allo spago.
Con esso brucerà anche la fattura o il malocchio che vi opprime.
Potete, se lo ritenete necessario, ripetere questo incantesimo lasciando passare un’intervallo di sette giorni fra un rituale e l’altro.

Follow me!

8 pensieri riguardo “Piccolo rituale per togliere una fattura o un malocchio.

  1. Fran ha detto:

    Questo rituale può essere eseguito per togliere le negatività ad un’altra persona? per esempio scrivendo il nome della persona sulla candela?

    1. Haimi Rem ha detto:

      Si, nonostante questi rituali sono visti sempre in una prospettiva personale, possono essere tranquillamente adattati per l’utilizzo nei confronti di persone a noi terze. Mi raccomando, come ripeto sempre, che il destinatario della pratica deve essere consapevole di quello che state facendo nei suoi confronti.

  2. Kia ha detto:

    Se faccio questo rituale per un altra persona devo incidere il suo nome sulla candela ? La candela deve finire di bruciare tutta? O no? E dopo dove devo gettarla?

    1. Haimi Rem ha detto:

      La candela dovrebbe bruciare tutta simboleggiando l’ardere dell’eventuale fattura o malocchio che pensate sia stata fatta nei vostri o altrui confronti.
      Il personalizzare la candela con il nome della persona a cui ‘destinate’ il rito potrebbe essere un ottima idea per amplificare il tutto. Come sempre raccomando se fate rituali per conto di altre persone queste ultime dovrebbero essere presenti.
      I resti della candela possono essere gettati tranquillamente nel residuo (in questo caso non possono essere riciclati).

  3. Lara ha detto:

    Salve un mia amica a cui io leggo le carte (non e il mio lavoro le leggo solo occasionalmente) la mia amica vive una storia extra molto coinvolgente con un uomo sposato lei e divorziata lui per un certo periodo si allontanato da casa per sua scelta io dalla lettura e emerso che la moglie si sia rivolta ad un operatrice esoterica e gli abbia fatto una fattura la domanda e questa posso fare io questo rituale senza rischi tipo colpi di ritorno? e meglio eseguirlo facendo un cerchio magico vorrei tanto aiutare la mia amica

    1. Haimi Rem ha detto:

      Di per se per questo tipo di pratiche non serve aprire un cerchio di protezione almeno che non si abbia timore di avere come avversario qualcuno che pratica magia esoterica, e che questo qualcuno in qualche modo la conosca. Il cerchio comunque è una ‘protezione’ temporanea quando lei lo apre per ‘uscire’ non sarà più protetta.
      Se lei vuole avvicinarsi seriamente alla magia di protezione (ed esorcismo) si costruisca o si recuperi un talismano da portare sempre con se (ma serve anche un adeguata preparazione spirituale…).
      Alcuni giorni fa ho pubblicato, sempre su questo blog, un piccolo rituale di difesa passiva che lei può eseguire tranquillamente conto terzi (e mi sembra che faccia proprio pienamente al caso suo); non ha nessun problema di eventuali ‘colpi di ritorno’ e può essere tranquillamente eseguito senza alcun cerchio o ‘protezioni’ particolari.

  4. Concy ha detto:

    Salve lo spago quando lo ovvolgo alla candela devo farci quanti nodi?questo passaggio non L ho capito..purtroppo penso di essere vittima di una brutta fattura o maleficio..ho un dolore atroce alla gola da due anni i medici non capiscono la causa e ogni medicina peggiora..m impedisce di parlare la mia vita è un inferno..sono stata da una signora che toglie queste cose ma purtroppo chiedeva tantissimi soldi quindi ho evitato di entrare in queste dinamiche purtroppo poi ci si approfitta..ho già dato tutto che che avevo a medici e medicine🥺io so che se ti rivolgi a queste persone non devono pagarsi anziii al contrario..sono veramente disperata..se mi potete aiutare vi ringrazio 🙏

    1. Haimi Rem ha detto:

      I nodi devono essere tre.
      Per il resto io posso farle solo dei sentiti auguri di trovare la via per la sua guarigione; personalmente non svolgo nessuna opera di magia esoterica conto terzi. Io non la conosco personalmente ma dal suo racconto più che dagli operatori (veri o presunti) esoterici cercherei con maggiore insistenza nella medicina la soluzione al suo problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *