La preparazione delle candele

Chi si applica un po’ nelle arti magiche e stregonesche sa (l’ ho scritto molte volte sia sul blog che sui miei libri) che uno dei fondamenti da seguire è quello di cercare di costruire da se il più possibile gli elementi che si necessitano per le opere.
Anche le candele non fanno eccezione ed in questo post vi parlerò di come prepararle per utilizzarle in maniera efficace.
Ricordate che preparare gli elementi che vi servono per i vostri ‘lavori’ di magia esoterica fanno parte dell’opera stessa ed aiuta moltissimo a focalizzare energie e motivazioni.
Il fuoco è un potente elemento di trasformazione ed è per questo che è utilizzato moltissimo nella realizzazione degli incantesimi.

  1. Selezionare con cura la candela.
    Prima di tutto cercate di capire cosa volete ottenere e quale può essere la pratica per riuscire a realizzare i vostri scopi e di conseguenza anche il colore, la forma e la durata delle vostre candele.
    Ponete attenzione e gusto estetico nello sceglierle.
    Se sono da offrire a qualche forza spirituale cercate di farle da voi o prendetele fatte fa soli elementi naturali come la cera d’api
    Se non sapete il colore da associare alla candela per fare il vostro rito potete prendere tranquillamente quelle di colore bianco le quali hanno un uso praticamente universale.
  2. Purificate e pulite
    A meno che abbiate creato la candela da soli, la vostra candela è stata in contatto con molte energie tra la il momento in cui è stata creata e quello in cui è giunta a Voi.
    È come minimo passata fra le mani di chi la materialmente fabbricata, di chi la spedita, di chi ve la consegnata…
    Capite, quindi, che se anche è ‘nuova di zecca’ è fondamentale pulirla e purificarla.
    Potete risciacquarla materialmente utilizzano acqua di sorgente o di fiume o meglio ancora utilizzando l’acqua di luna (trovate come realizzarla su questo blog).
    In alternativa potete ‘fumigarla’ con incenso o erbe a vostro piacimento o utilizzare delle campanelle suonandole attorno ad essa (su questo sto preparando un articolo)
  3. Decorate la candela (carve your candle)
    Decorate la vostra candela (utilizzando un semplice oggetto appuntito, basta un chiodo o uno stuzzicadenti ad esempio) con simboli, sigilli, nomi da utilizzare nelle vostre opere di magia.
  4. Ungete la candela
    Ungete la candela come offerta o buon auspicio.
    Potete semplicemente utilizzare olio d’oliva, olio di jojoba, olio di semi di girasole, ecc.
    Esistono diversi metodi per farlo e questo gesto è richiesto da molti incanti perché ha una forte valenza simbolica.
    Principalmente se il vostro incantesimo ha lo scopo di portare qualcosa (danaro, amore, fortuna..) ungerete la candela partendo dalla base verso lo stoppino.
    Per le candele in vaso o quelle da tè, ungetevi l’indice e passatelo in senso orario attorno allo stoppino.
    Se lo scopo della vostra opera è quello di mandare via qualcosa (persona indesiderata, sfortuna, forze negative….) dovete procedere in maniera contraria.
  5. Vestite la vostra candela con erbe / spezie / fiori
    Per abbellire e completare la preparazione della vostra candela magica potete ‘vestirla’.
    Trovate erbe, spezie, fiori che abbiano gli ‘attributi’ magici che vi servono.
    Ad esempio la lavanda per favorire pace e tranquillità, petali di rosa per le questioni d’amore, il basilico per favorire prosperità ed abbondanza….
    Non è necessario selezionare molti elementi naturali, ne basta anche solo uno.
    Sbriciolate le vostre erbe con le dita o usate un mortaio e un pestello.
    Più gli elementi saranno ridotti a piccoli pezzi meglio si attaccheranno alla vostra candela.
    Tenete d’occhio i pezzi più grandi in quanto potrebbero illuminarsi e bruciare quando state usando la candela!
    L’elemento fuoco necessita sempre di molta attenzione, ricordatevelo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code