Riflessione sulla stregoneria moderna.

Il post di oggi non è un articolo ma una lettera / riflessione di una vera e convinta strega.
La condivido con voi perché la ritengo molto interessante e risponde ad alcuni quesiti (ed anche critiche) che mi fanno spesso perché anch’io sono convinto che la magia esoterica non sia e non debba essere solo quella ‘accademica’,  cioè derivata dai grimori storici ed antichi, ma che possa essere rinnovata (non tradendo le sue radici) e resa attuale e moderna.
Vi auguro un buon fine settimana e buona lettura ringraziandovi per l’interesse sempre maggiore con il quale seguite quello che scrivo.

– – –

Recentemente ho visto molti post che parlano di come non dovresti leggere qualsiasi scrittura moderna sulla stregoneria perché è piena di molte assurdità ma che invece dovresti rivolgerti a fonti accademiche e primarie in modo da poter ricreare un tipo di stregoneria autentica.
Questi pareri sono sicuramente rispettabili ma se ci atteniamo solo a questo le nostre pratiche ed i nostri rituali non saranno mai efficaci.
La magia esoterica non è solo un antico segreto rinchiuso nel passato, ma essa è viva e si è evoluta (e si evolve) nel corso degli anni ed attraverso varie culture.
Cercare di limitare la nostra pratica seguendo solo fonti medievali o paleocristiane potrebbe essere ‘accademicamente’ soddisfacente ma alla fine essa sarà incompleta perché noi non stiamo vivendo quei tempi; la nostra vita è drasticamente diversa da quella che vivevano le persone del passato e la nostra magia deve essere specchio dei tempi.
Quando cucino non vado a sfogliare antichi testi alla ricerca della ricetta originale ed autentica (anche perché probabilmente non riuscirei mai a realizzarla).
Voglio ricette moderne che tengano conto dei metodi, delle attrezzature e degli ingredienti moderni.
Come la cucina si è evoluta nel tempo sulla base di cultura e tecnologia anche la magia esoterica deve percorrere lo stesso cammino.
Ora non sto sostenendo di buttare il bambino con l’acqua sporca.
Avere una conoscenza della storia della magia e della stregoneria antica è importante, come è importante anche leggere e comprendere le fonti primarie.
Mi chiedo se l’attuale tendenza verso il ritenere che l’accuratezza storica delle pratiche sia il solo modo valido di esercitare la magia non sia stato ‘merito’ degli autori che hanno favorito la fioritura della Wicca alla fine degli anni ‘90.
Io ritengo che essi devono essere letti in modo critico anche perché parte di essi erano principalmente desiderosi di riscoprire le fonti storiche per poi interpretarle attraverso la propria ‘lente’ personale, la propria gnosi e le proprie inclinazioni.
Io affermo con forza che i moderni approcci Wiccan e neo-pagani funzionano.
La magia non è nata da sola, è stata creata dalle persone che l’hanno praticata e la praticano.
La stregoneria è una pratica personale in continua evoluzione e la mia stregoneria non sarà mai esattamente uguale a quella di chiunque altro.
Concludendo, la stregoneria è una vocazione.
Se ti senti chiamato ad essere una strega o uno stregone, allora lo sei già.
Leggi a fondo, sperimenta spesso, connettiti con il mondo che ti circonda.
Il percorso che stai percorrendo è nel qui e ora e non ti sposterai in avanti se tutto ciò che fai è guardare indietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Previous article

Corso di cartomanzia: Il matto.

Next article

Il rito del quarzo rosa