Incantesimo della ruota della fortuna.

Le carte dei tarocchi rappresentano oggetti realmente interessanti nella pratica esoterica (torno prestissimo con il proseguo del piccolo corso sui tarocchi, non preoccupatevi) e non devono essere relegate solo per il mero utilizzo nella divinazione.
Quello che vi propongo oggi è una piccolo rituale che sfrutta proprio le potenzialità simboliche di una delle carte del mazzo dei tarocchi: la ruota della fortuna il quale ha lo scopo di portare fortuna nella propria vita.
Questa pratica non è solo per uso personale, può essere anche estesa a terzi basta che essi siano informati delle vostre intenzioni.
Questo rituale ha bisogno delle energie della sera (fra le 22 e le 24) e potete realizzarlo quando ne avete la necessità anche se con la luna vicina al suo plenilunio la pratica è più efficace.
Recuperatevi questo semplice materiale:

  • Una carta dei tarocchi della Ruota della fortuna
  • Una pietra di quarzo citrino (di qualsiasi forma e dimensione)
  • Una candela verde
  • Una candela di color oro (al limite bianca)
  • Due comunissimi trifogli di campo.
  • Un ripiano che possa farvi da supporto / altare
  • Un accendino.

A parte la simbolica carta della ruota della fortuna dei tarocchi in questa pratica si utilizzano le benefiche energie date dalle vibrazioni del quarzo citrino; essa è conosciuta anche come una pietra “del successo” perché è capace di promuovere il successo personale e l’abbondanza, soprattutto nel mondo degli affari e del commercio.
Il trifoglio rappresenta l’abbondanza (i trifogli nascono con molta facilità), la provvidenza e la crescita.
Mettete le candele una accanto all’altra ponendo quella verde in modo che stia alla vostra sinistra,assicurandovi che ci sia spazio tra di loro ed accendete entrambe. Assicuratevi che le candele siano l’unica fonte di luce nel vostro luogo delle opere.
Mettete la vostra carta tra le candele e quindi posizionate il quarzo sopra la carta.
Un trifoglio mettetelo a sua volta sul quarzo (o accanto) e l’altro tenetelo nella vostra mano abile.
Mettetevi comodi e, se lo ritenete, richiamate l’aiuto di una delle forze della luce che più sentite vicino.
Se state facendo questo incantesimo per voi stessi, meditate sulla carta e immaginate le energie verdi e dorate che vi circondano.
Se state facendo questo incantesimo per un’altra persona, immaginate quella persona mentre meditate sulla carta e immaginate le energie verde e oro che vi circondano (o che circondano la persona terza) e che fanno girare la ruota della fortuna in vostro favore (o in favore del tale per cui state facendo il rito).
Quando ritenete che l’onda energetica che farà ‘girare’ la ruota della fortuna sia sufficiente chiudete il rituale e spegnete le candele, le quali possono essere riutilizzate per la stessa pratica o per una molto simile (o magari solo per creare un po’ di atmosfera senza scopi particolari).
Se il rituale è per voi prendete i due trifogli ed il citrino e metteteli a fianco a voi dove dormite (sul comodino, va benissimo) o sotto il vostro cuscino.
La mattina dopo lasciate i trifogli in natura.
Se il rituale è per terzi donate la pietra al destinatario e anche in questo caso lasciate i trifogli in natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Articolo successivo

Tre giorni di buio