Spiaggia e magia

Recupero questo articolo, che avevo pubblicato qualche tempo addietro su leuviah.org, il quale si adatta molto bene al periodo ferragostano nel quale stiamo entrando.
Lo corretto in alcune parti ed impaginato nuovamente in modo che si adatti alla veste grafica di questo blog.
Vi propongo alcune ‘pratiche da spiaggia’ in modo da non dimenticarci di essere maghi / maghe anche quando siamo in vacanza (almeno che non abbiate la fortuna di abitare in un luogo di mare e di spiagge).
La spiaggia può spesso essere un luogo magico e spirituale dotato di energie positive fantastiche.
È un punto in cui convergono tutti e quattro gli elementi : l’acqua del mare lambisce la riva, la sabbia (quindi la terra) è calda e asciutta sotto i vostri piedi, la brezza accompagna le sere ed il fuoco del sole vi avvolge…e quindi perché non approfittarne?
Prima che la spiaggia si riempia, magari di buon mattino, andate a fare una passeggiata prendendo con voi una piccola bottiglia; riempitela di sabbia e portatela a casa per le vostre opere di magia.
Fate lo stesso con l’acqua del mare che ha in se una grande energia.
Una bottiglia di vetro riempita al 50% con sabbia e con il 50% di acqua di mare è molto efficace per proteggersi da attacchi psichici.
Raccogliete anche alcune conchiglie.
Esse sono associate alla protezione, sopratutto della casa.
Portele a casa e posizionatele alcune in ogni stanza e nel giardino (se ne possedete uno), sul poggiolo e nei pressi delle finestre…sono un potente amuleto naturale.
Indossate offrono protezione efficace contro le forze negative.
Le conchiglie rappresentano anche il simbolo della dea dell’amore, Afrodite, e quindi trovano utilizzo nelle pratiche di magia esoterica legate all’amore e alla passione.
In spiaggia potete fare, senza dare molto nell’occhio, alcuni piccoli rituali.
Ad esempio se avete qualcosa di negativo nella vostra vita che vorreste allontanare (anche la presenza di una persona) fate il gesto di scriverne il nome sul bagnasciuga lasciando che la marea lo lavi via.
Potete fare anche il rituale del nove, che in molte tradizioni magico / esoteriche è sacro.
Raccogliete un piccolo bastone (li trovate facilmente in spiaggia, sopratutto la mattina, trasportati dalla marea).
Scrivete del problema di cui volete liberarvi con il bastone sempre sul bagnasciuga e poi raccogliete la sabbia dove lo avete scritto (il tutto è molto simbolico e quindi ne basta una  piccola manciata).
Contate nove onde che cancelleranno definitivamente quello che avete scritto e poi gettate la sabbia che avete raccolto nel mare il più lontano possibile.
Facendo così con la sabbia getterete via anche tutti i vostri problemi e le vostre preoccupazioni.
Nei pressi della vostra spiaggia vi è un faro?
Un faro è progettato specificamente per guidare i marinai dal mare.
Se sentite il bisogno di una guida per indirizzarvi verso le giuste acque di navigazione (le scelte che dovete prendere), provate ad avvicinarvi il più possibile ad esso.
A seconda che sia accessibile al pubblico o meno, potreste sedervi nei pressi a riflettere sui vostri dubbi.
Se non riusciti ad arrivarci, non preoccupatevi: trovate un posto dove potete tenerlo sotto il vostro sguardo, sedetevi e meditate confidando, che, come la luce del faro conduce i marinai in porto sicuro, anche la vostra luce interiore vi porterà alla soluzione di quello che occupa i vostri pensieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Articolo precedente

L’altare