Tintura e Acqua di rose.

Oggi vi propongo una preparazione ideale da tenere sempre sottomano nel vostro spazio di lavoro in quanto la potete utilizzare in molte delle vostre opere di magia esoterica come amplificatore / catalizzatore d’energia e anche come ‘offerta’ che sarà sicuramente gradita alle vostre divinità o forze spirituali di riferimento..
L’acqua e la tintura di rose hanno molte proprietà magiche; l’uso più comune è per le pratiche d’ amore e per gli incantesimi di attrazione e di fascinazione.
Ad ogni colore delle rose corrispondono potenzialità e destinazione d’uso diversi come riportato nella tabella che segue (non esaustiva).

  • Rose bianche:  pratiche di pace e protezione
  • Rose gialle: rituali di Armonia
  • Rose blu: pratiche per le relazioni interpersonali e l ‘amicizia
  • Rose rosa / rosse:  rituali d’amore, e attrazione

Per realizzare la tintura di rose avete bisogno del seguente materiale:

  • Alcool denaturato
  • Un Barattolo di vetro pulito (quello per conserve o marmellate vanno benissimo) con il tappo
  • Petali di rosa
  • Olio di rosa (Opzionale)

Non ho messo le quantità precise perché queste dipendono dal barattolo che avete a disposizione ma se procedete con il metodo che vi indico otterrete un ottimo prodotto.
Riempite il vostro barattolo per circa 1/4 di petali di rosa (a seconda del vostro scopo utilizzate il colore adatto) e per 2/4 di soluzione alcolica.
Calcolate il tutto tenendo conto di non riempire il barattolo fino all’orlo in modo che i petali possano ‘muoversi’ nell’alcool.
Aggiungete alcune gocce di olio di rosa (questo è assolutamente opzionale) per dare profumo al tutto.
Chiudete per bene il barattolo e lasciatelo riposare dai due ai cinque giorni. Abbiate cura di agitare un po’ il barattolo ogni giorno per fare in modo che il tutto si amalgami per bene.
Passato il lasso di tempo necessario filtrate il tutto per bene utilizzando una garza o un colino a buchi stretti versando il tutto in un barattolo pulito.
La tintura di rose così ottenuta è ottima anche per la pulizia e la disinfezione (in tempo di covid è un ‘must-have’) del vostro spazio di lavoro.
Per realizzare l’acqua di rose il procedimento è leggermente diverso e al posto dell’alcool dovete utilizzare acqua distillata calda (non bollente) mantenendo le proporzioni che vi ho indicato prima (1/4 di petali e 2/4 d’acqua).
In questo caso dovete mettere in ammollo i petali nel barattolo solo un paio d’ore. Se avete a disposizione petali freschi (per la tintura che siano essiccati o freschi non ha importanza) potete anche metterli in un pentolino assieme all’acqua sopra ad una fiamma non troppo alta.
Poi filtrate il tutto sempre utilizzando una garza o un colino.
Vi consiglio di aggiungere comunque un cucchiaio da cucina di alcool anche all’acqua di rose perché questa possa durare di più; infatti la tintura dura praticamente sempre mentre l’acqua di rose ha una ‘vita’ molto breve: circa una settimana.
Per ottenere l’acqua di rose il procedimento è leggermente diverso.
La tintura di rose si può anche bere (e fa bene anche alla salute) ma attenzione di utilizzare varietà di rose commestibili ( vengono chiamate rose eduli) per evitare problemi gastrici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code