L’incantesimo dell’arcobaleno

Un arcobaleno è un ponte di luce di sette colori che collega due punti sulla terra con il cielo.
Questo ponte tra due punti della Terra che si estende nel cielo è il simbolo di un matrimonio spirituale.
I sette colori sono i sette corpi che si formano attraverso la luce che si muove attraverso l’umidità evaporata, rappresentano l’unificazione dei chakra, i centri energetici spirituali del corpo sottile.

  • Il rosso rappresenta il perdono, perché tutto inizia con il perdono. Il rosso è il colore del chakra della radice, il cuore di Saturno che si trova alla base della colonna vertebrale.
  • Il giallo rappresenta l’istinto o pulsione, canalizzato attraverso il chakra sacrale, che negli uomini sono i testicoli e nelle donne sono le ovaie, poiché attraverso questa volontà primaria si ascende alle virtù superiori. Siamo spinti verso la fiducia, l’istinto e persino l’amore dalle nostre inclinazioni ormonali, motivo per cui è importante che coloro che desiderano controllarci ci interrompano spiritualmente a questo punto, pervertendo i nostri ormoni e le nostre pulsioni sessuali, poiché allora non possiamo ascendere nessuno ulteriore.
  • L’arancione rappresenta l’istinto intestinale e la fiducia, che è radicata nel chakra del plesso solare, nell’intestino.
  • Il verde rappresenta la virtù dell’amore (non la lussuria, il vero amore) che risuona attraverso il chakra del cuore, poiché quando amiamo qualcuno fa battere il nostro cuore più velocemente all’aumentare della sua frequenza energetica.
  • Il blu rappresenta la virtù della verità, simboleggiata dal chakra della gola perché la nostra voce dovrebbe essere lo strumento attraverso il quale convogliamo la verità. Enfasi su supposto .
  • L’altruismo è simboleggiato dal colore indaco ed è associato al Terzo Occhio, la ghiandola pineale del cervello.
  • Il sacrificio di sé, la più alta e la più difficile da raggiungere di tutte le virtù è rappresentata dalla viola. Collegato al chakra della corona sopra la testa.

L’arcobaleno è anche simbolo di prosperità: come tutti sapete c’è una famosa leggenda che dice che alla fine dell’arcobaleno si trova una pentola d’oro la quale, però, indica la fine della Grande Opera e l’oro dell’Essere.
L’arcobaleno è uno spettacolo naturale meraviglioso e non sorprende che ad esso vengono associati ‘poteri’ che si possono mettere a frutto nell’arte della magia esoterica.
Partendo dalla simbologia che la tradizione popolare ha associato all’arcobaleno, cioè quella della prosperità, vi propongo un piccolo rituale proveniente dalle tradizioni contadine del nord Europa. (riportato in chiave moderna).
Quando vedete un arcobaleno prendete una moneta qualsiasi dalle vostre tasche.
Tenetela nella vostra mano abile fra il pollice e l’indice e con essa seguite l’arco dell’arcobaleno procedendo da destra verso sinistra.
Mentre fate questo gesto immaginate che la moneta che stringete fra le vostre dita si moltiplichi, trasformandosi in una cascata di monete tintinnanti..sognate la prosperità e la ricchezza, lasciatevi trasportare dall’immaginazione; sentite il profumo e l’energia ‘elettrica’ del temporale che vi porterà prosperità e fortuna
Finito di ammirare l’arcobaleno (‘durano’ solitamente molto poco) cogliete o acquistate un Iris (il fiore associato all’arcobaleno) e mettetelo in un vaso nel vostro spazio di lavoro (o in un luogo, a vostra scelta nel luogo dove vivete) avendo cura di mettere la moneta sulla destra e un cristallo a vostra scelta avente uno dei colori dell’iride.
Lasciate il tutto ‘installato’ per sette giorni: Abundantia busserà presto alla porta del vostro destino.

Follow me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Articolo successivo

La kunzite