Il pane estivo della Dea.

L’estate fa capolino, ed oggi vi voglio proporre la ricetta di un pane per celebrare al meglio la ricorrenza di Litha (il solstizio d’estate celebrato fra il 20 ed il 22 giugno) sulla quale tornerò in maniera più approfondita nei prossimi articoli.
Come ripeto spesso la cucina è magia o meglio la cucina è un vero e proprio laboratorio alchemico dove le materie prime naturali prendono nuova forma e diventano nutrimento e sostentamento.
Stregoneria e cucina, tradizionalmente, vanno molto a braccetto. (Sto pensando seriamente di aggiungere una sezione del blog dedicata alla ‘magia’ della cucina)
Questo è un particolare e squisito pane che vi aiuterà a portare un tocco di particolare abbondanza sulla vostra tavola.
I semi di girasole rappresentano la metà ‘chiara’ e calda dell’anno ed i semi di papavero ne rappresentano la metà ‘oscura’.

Recuperatevi il seguente materiale:

  • Tre tazze di farina bianca 00 (300 gr)
  • 500 ml di latticello (disponibile, in Italia, nei negozi specializzati in prodotti Bio)
  • Un cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • Un cucchiaino di sale (solitamente bisognerebbe utilizzare la formula q.b. ma vi consiglio di mettercene almeno 10 gr…)
  • Semi di girasole
  • Semi di papavero
  • Un rametto di rosmarino
  • Un fiocco rosso

Il latticello (in inglese “buttermilk”) è un residuo liquido della lavorazione della panna, ed in passato veniva fatto fermentare all’aria con un processo naturale, per poi essere consumato come bevanda o utilizzato in cucina all’interno di ricette.
Fondamentalmente stiamo parlando di uno scarto della parte grassa della panna, per cui risulta un alimento privo di grassi e ricco di fermenti lattici.
Si ottiene dal latte, nella produzione industriale, dopo la lavorazione del burro e ciò implica che la maggior parte dei grassi presenti nel latte siano già stati eliminati.
Il latticello è quindi un ingrediente magro con un apporto calorico ridotto, con circa 26 calorie ogni 100 grammi di prodotto.
Anche se privo di proteine è ricco di aminoacidi essenziali e abbonda di sali minerali quali magnesio, fosforo e potassio.
È un ingrediente tipico della tradizione culinaria anglosassone, divenuto estremamente diffuso anche perché, grazie alle sue proprietà, rende i dolci particolarmente soffici e umidi e li conserva a lungo
Fatta questa doverosa introduzione passiamo alla preparazione del nostro squisito pane.
Prendete una ciotola capiente e metteteci la farina.
Fate un pozzetto al centro e metteteci il bicarbonato ed il sale.
Mescolate il tutto con un cucchiaio di legno e lentamente aggiungeteci il latticello.
Continuate a mescere fino a quando non otterrete un impasto elastico e sufficientemente corposo.
Se ti sembra troppo morbido, aggiungete un po ‘più di farina.
Capovolgete l’impasto su una spianatoia e ricopritelo con una spolverata di farina.
Battetelo con le mani fino ad ottenere una forma tondeggiante.
Prendete un coltello affilato e segnatelo leggermente dividendolo in otto sezioni (per indicare gli otto Sabbat).
Cospargete metà della pagnotta con semi di papavero e l’altra metà con semi di girasole.
Ungete una teglia e fate cuocere il pane al latticello a 180° per circa 20-25 minuti.
Alla fine fatelo raffreddare completamente e successivamente adagiatevi sopra il rametto di rosmarino e annodate il nastro rosso al centro.
Prendetevi del tempo per concentrarvi sul pane che avete creato girando la pagnotta tre volte dicendo queste parole (o simili):

“Dai campi e attraverso le pietre ed il fuoco,
mentre la Ruota gira,
tutti possono essere nutriti dal Pane di Mezza Estate
La Dea lo benedica”.

Ora prendete il vostro pane e condividetelo con la vostra famiglia e con i vostri amici.
Vi consiglio di mangiarlo fresco, appena pronto, magari accompagnando una deliziosa zuppa di ortiche che si sposa bene realmente bene con questo pane.

Follow me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Articolo precedente

Spray ‘lunare’ di purificazione

Articolo successivo

Nulla succede per caso.