L’incantesimo del fiore rosso.

Questo incantesimo serve per togliere gli effetti di una pratica magica (principalmente di magia rossa) fatta su qualcun altro.
L’esempio di pratica di cui, oggi, vi propongo la descrizione può tornarvi molto utile.
È in grado di togliere gli effetti di un incantesimo di fascinazione (o più in generale d’amore) effettuato su una persona, che magari, vi interessa.
Non ha lo scopo di spezzare maledizioni o malocchi, ma è molto efficace nel riportare una persona al suo stato naturale quando i suoi atteggiamenti o azioni sono stati alterati dalla magia.
Questo incantesimo lo potete fare anche si desiderate aiutare qualcuno.
La tradizione consiglia, per questo genere d’incantesimi, l’esecuzione nel periodo di luna calante.
Per mettere in pratica il tutto recuperatevi il seguente materiale:

  • Un contenitore con coperchio a chiusura ermetica (va benissimo un barattolo per la conservazione delle marmellate)
  • Una foto della persona che volete liberare o, in alternativa, un foglietto con il nome.
  • Alcuni petali di rosa rossa
  • Alcuni petali di geranio rosso
  • Alcuni petali di papavero rosso
  • Olio essenziale di Vetiver
  • Un sacchettino o una bustina chiudibili.

Non occorre che abbiate tutti i tipi di petali (ne basta uno solo) e non occorre nemmeno che siano freschi…come sempre in magia conta il simbolismo.
Potete inserire questa semplice pratica in un contesto più ampio, dove magari realizzate altri incantesimi o in una celebrazione dedicata alla vostra forza spirituale di riferimento.
Prendete il barattolo e metteteci i petali e la foto (o il biglietto con il nome) della persona a cui state dedicando l’incantesimo.
Aggiungete alcune gocce di olio essenziale di vetiver (alcune versioni di questo rituale ne prevedono l’utilizzo delle radici) e tappate per bene il vostro barattolo.
Ora avrete bisogno dell’energia del sole.
Prendete il vostro barattolo e ponetelo in un posto all’esterno (va benissimo anche sul balcone o sul davanzale della finestra) in modo che sia esposto alla luce del sole.
Lasciatelo ‘riposare’ al sole e all’aria per tre giorni.
Al termine dei tre giorni prendete il contenuto (inclusa la foto o il nome) e metteteli in un sacchettino (non trasparente). Chiudete per bene il tutto.
Ora posizionate il sacchettino il più vicino possibile alla persona da liberare.
Se vive con voi, o avete un certo rapporto, potete posizionarlo discretamente dove abitualmente dorme.
Se la persona di cui desiderate il ‘ritorno alla normalità’ è a una certa distanza (o siete impossibilitati dal posizionare il sacchettino in un posto ‘strategico’), conservate la fotografia (o il nome) in un luogo sicuro e bruciate i petali secchi, che avranno assorbito l’incantesimo; oppure lanciateli nel vento o nell’acqua dissipando, velocemente, l’incantesimo che teneva prigioniera la persona che desiderate liberare dall’incanto.

Follow me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Articolo precedente

La Mookaite

Articolo successivo

I pesci