I pesci

Dal 19 febbraio al 20 marzo la ruota dello Zodiaco si ferma sul dodicesimo e ultimo dei segni che lo contraddistinguono: i pesci.
L’elemento dei Pesci è l’ acqua, il secondo elemento più pesante, ritenuto dagli antichi astrologi la forma fluida, adattabile, ma tangibile della materia.
L’acqua rappresenta il principio umettante e coesivo che lega e connette tutte le forme della natura.
Senza di essa, nulla che assuma una forma materiale potrebbe “attaccarsi” insieme.
L’acqua fertilizza la terra in modo che la natura e la creatività possano incubare e fiorire.
La creatività, l’intuizione, l’immaginazione e i forti talenti ‘interrelazionali’ dei Pesci sono tutti riconducibili alla connettività dell’elemento acqua.
I tratti della personalità dei Pesci derivano dalle sue qualità ricettive, femminili o yin, rendendo questo segno orientato alla contemplazione e al coinvolgimento con la consapevolezza interiore.
Come segno mutevole, i pesci possiedono qualità adattive, fluide e ‘mutaforma’.
A seconda dei popoli che studiavano il cielo, nei secoli a questa pallida costellazione è stata attribuita l’immagine di un solo pesce oppure di due.
Con il fiume Eufrate come scenario, il mito degli antichi Babilonesi passò in eredità agli antichi Greci e in seguito venne acquisito dai Romani.
La leggenda è legata ai nomi di Afrodite (Venere) e del figlio Eros (Cupido), che furono inseguiti dal mostro Tifone durante la lotta per la supremazia tra Dei e Titani. Tifone, figlio di Gea (la madre terra) e Tartaro (il dio dell’oltretomba destinato ai malvagi), era un mostro dalle 100 teste, dalle cui bocche e occhi uscivano fiamme devastanti.
Seguendo il volere della madre Gea, egli volle far guerra agli dei dell’Olimpo, ma Pan (Fauno) avvisò gli dei e poi si trasformò, gettandosi nel fiume, in pesce-capra, come rappresentato nella costellazione del Capricorno.
Anche Afrodite e suo figlio cercarono di salvarsi e, per sfuggirgli, si tramutarono in pesci e nuotarono lontano dopo essersi legati per la coda in modo da non separarsi.
Nell’astrologia vedica i pesci vengono indicati con il termine ‘Meena’ termine che indica il culmine, il regno dei sogni e delle esperienze mistiche.
Nell’antica astrologia questo segno è governato da Giove e in quella un po’ più moderna da Nettuno che è il pianeta dell’inconscio e della creatività.
Nettuno concede alla personalità dei Pesci un’inclinazione verso le arti, il pensiero magico e i regni spirituali.
Un altro dei termini chiave che contraddistinguono questo segno zodiacale è ‘ultraterreno’; il loro antico sovrano Giove è il pianeta dell’espansione, della generosità e dei sistemi di credenze.
Giove concede alle persone Pesci il dono dell’empatia e della comprensione emotiva.
I pesci immaginano, cercano e si interrogano, sempre, su cosa c’è oltre il mondo materiale.
Infinitamente empatico e comprensivo, chi nasce sotto il segno dei pesci è sensibile e molte volte ‘sensitivo’.
Infatti, danno grande importanza a ciò che provano e che vedono / vivono; non è raro che sentano i propri fardelli (e le proprie gioie) così come quelli degli altri.
L’intuizione dei nati in Pesci è altamente evoluta.
Molte persone associano i Pesci a sogni e segreti, ed è un’associazione giusta, dal momento che i nati sotto questo segno si sentono a proprio agio in un mondo illusorio; sono spesso alla ricerca di una connessione emotiva e mistica, un partner e amici con cui trascendere i regni terreni.
La stagione dei Pesci, nello zodiaco tropicale occidentale inizia il 19 febbraio, in concomitanza alla fase finale dell’inverno nell’emisfero settentrionale.
Questo è il periodo dell’anno in cui il freddo invernale inizia a cedere al caldo imminente della primavera, le giornate si allungano e le ore in cui il sole dona le sue energie sono sempre di più.
La stagione invernale sta per finire e la crescita e il rinnovamento stanno presto tornando nel mondo che si rispecchia nelle immaginazioni riflessive e interiormente creative dell’archetipo dei pesci.
Nel periodo dove regnano i pesci inizia l’ultima fase dell’inverno, quando la stagione fredda è meno stabile, conferendo le qualità segniche fluide e mutevoli dei Pesci.
I Pesci tendono a essere un po’ creduloni e possono essere inclini a voler piacere sempre e comunque alle persone.
La loro generosità è incredibile, ma spesso questo gli impedisce di prendersi cura di loro stessi.
Il mantra dei Pesci in amore e amicizia è: “qualunque cosa tu voglia fare va bene”.
Spesso sono così ‘acquosi’ e mutevoli che preferiscono quando qualcun altro prende il comando.
Questo segno zodiacale è tutto incentrato sull’amore e crede veramente che non ci sia un modo “giusto” per darlo e riceverlo; sono inclini a dare le proprie risorse a chi ne ha bisogno.
Le parole chiave dei pesci nelle relazioni, in generale, includono generosità, vulnerabilità e trascendenza.
L’altruismo e il sacrificio di sé sono doni meravigliosi offerti dai pesci, ma questo può portarli a essere troppo bisognosi, vulnerabili e dipendenti nelle relazioni amorose.
È importante, per i Pesci, cercare supporto e consulenza per se stessi se si sentono sopraffatti dal peso del dolore emotivo del mondo, oltre ad affrontare i propri bisogni emotivi.
Nettuno governa le arti musicali, quindi le persone con un forte posizionamento in Pesci suoneranno spesso uno strumento o saranno molto coinvolte nei momenti ‘sonori ‘della vita: suoni oceanici, musica di ogni tipo, concerti, festival, ecc.
I Pesci sono anche guaritori e insegnanti naturali e prospereranno in tutto ciò che riguarda l’astrologia, l’arte o la musicoterapia, la consulenza, la danza e l’istruzione.
Dal momento che le persone dei Pesci sono così devote a seguire il flusso, possono spesso dimenticare la necessità del denaro.
Qualunque sia la posizione sociale e lavorativa in cui si trovano i pesci, pensano sempre a come migliorare la vita degli altri.
Come segno mutevole, i pesci possono essere pronti a collaborare per la vita con un compagno e/o provare il poliamore…tutto va bene; il tipico pesci è aperto alle possibilità e, proprio come il segno vicino dell’Acquario, è disposto a sperimentare nelle relazioni e nel sesso.
Lezioni di yoga, laboratori artistici, attività acquatiche di ogni tipo, avventure e ricerche spirituali sono tutte strade per il cuore dei Pesci.
In generale, i segni più compatibili per le amicizie e le relazioni romantiche dei Pesci sono i segni d’acqua (Pesci, Cancro, Scorpione), poiché parlano lo stesso linguaggio emotivo e fluido.
Con i segni di fuoco (Ariete, Leone, Sagittario) e quelli d’aria (Gemelli, Bilancia, Acquario) i rapporti sono, solitamente, un po’ più difficili.

Follow me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Articolo precedente

L’incantesimo del fiore rosso.

Articolo successivo

Il salice