Lingua di fuoco

Questa sera vi propongo una piccola e semplice opera di magia nera per sistemare, con un pizzico di rivalsa, qualcuno che sparla di voi alle vostre spalle.
È un rituale ripreso e adattato da antiche pratiche d’ imprecazione e maledizione tipiche delle tradizioni popolari del sud America.
L’idea è quella di creare un feticcio che rappresenti la lingua della nostra ‘vittima’ sulla quale ‘scatenare’ la nostra ira in modo che da questa non possa essere più pronunciato il nostro nome a sproposito.
Per realizzare questa pratica non dovete rispettare lunazioni, giorni od ore particolari…dovete essere carichi delle vostre convinzioni e delle vostre energie negative.
Potete eseguire questo semplice seguendo le semplici azioni che vi descrivo oppure arricchirlo rivolgendovi (in questo caso mi raccomando le giuste attenzioni) rivolgendovi a una forza spirituale del percorso sinistro.
Recuperatevi questo materiale:

  • Una striscia di carta
  • Una penna rossa
  • Del succo di limone
  • Salsa piccante (potete utilizzare anche del peperoncino in polvere)
  • Un accendino
  • Un contenitore ignifugo (un posacenere o un contenitore di rame)
  • Un supporto che possa farvi da ripiano / altare.

Ritagliate la vostra striscia di carta in modo che possa assomigliare il più possibile a una lingua (non occorre che fate una cosa precisissima).
Prendete la penna e scrivete su un lato della ‘lingua’ di carta il vostro nome e sull’altro lato il nome della vostra ‘vittima’.
Ora mettete una piccola goccia di limone e un po’ di salsa piccante sul vostro nome.
Mentre state eseguendo questa azione pronunciate per la prima volta le parole dell’incantesimo (come sempre siete liberi di modificarle a vostro piacere).

“Il mio nome è una fiamma acida sulla tua lingua; ogni volta che pronunci il mio nome, ti brucia”.

Arrotolate per bene la ‘lingua’ su se stessa e aggiungete al suo interno dell’ulteriore salsa piccante (o peperoncino in polvere).
Posizionate la vostra lingua di carta nel contenitore ignifugo e con l’accendino (facendo molta attenzione) accendetela.
Mentre la lingua arde pronunciate le parole dell’incantesimo ancora per tre volte in maniera lenta e solenne.
Le ceneri che rimarranno spargetele lontane dal vostro spazio di lavoro affidandole all’elemento aria.

Follow me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Articolo precedente

Il Toro

Articolo successivo

Caffè per cambiare il destino.