La casa dei sensi di colpa.

Il piccolo rituale che vi descrivo è strettamente per uso personale.
Lo scopo, per il quale viene realizzato, è quello di aiutare a liberarsi di eventuali sensi di colpa, o rimorsi, che potrebbero sopraggiungere dopo aver preso delle decisioni forti e importanti, sia in campo sentimentale che in campo lavorativo.
A volte ci si trova nelle condizioni di non poter accontentare tutti, di dover dire dei no anche ‘dolorosi’, di affrontare situazioni a ‘muso duro’ ferendo moralmente qualcuno.
Oppure, per mancanza di coraggio o per aver considerato che i tempi non ‘erano maturi, possiamo aver omesso di dire o fare.
Queste situazioni hanno forti conseguenze su di noi e sui nostri stati d’animo..non ci rendono totalmente sereni e a volte possono sfociare in forti rimorsi minando alla radice i nostri equilibri.
Come sempre la nostra arte ci può venire incontro dandoci la possibilità, attraverso la pratica, di focalizzare le energie per elaborare e superare dubbi e fragilità.
Recuperatevi il seguente materiale.

  • Una candela nera
  • Una piccolo quantità di olio vettore (girasole, mais, oliva..)
  • Un contenitore ignifugo (un posacenere, un pentolino di rame)
  • Un foglio di carta
  • Una penna rossa
  • Un pizzico di pepe nero
  • Un ripiano che possa farvi da supporto / altare
  • Un accendino

Il rituale va eseguito in periodo di luna piena nel giorno dedicato a Saturno (il sabato, per intenderci meglio) preferibilmente nelle ore della sera / notte, dove la luna ci dona le energie più forti.
Cominciate con il disegnare sul foglio di carta una casa, anche stilizzata.
Mentre lo fate immaginate di mettere dentro le mura della casa tutti i vostri sensi di colpa; chiudeteli idealmente dentro e chiudete la porta.
Se volete potete scaricare il modello da stampare e ritagliare cliccando sull’immagine che trovate qui a fianco.
Apro una piccola parentesi per chi non lo sapesse: un olio vettore (olio portante od olio di base) è un olio vegetale estratto da frutti e semi oleosi.
In ambito cosmetico è definito semplicemente olio vegetale, mentre in aromaterapia si definisce vettore per la sua capacità di veicolare gli attivi sulla pelle. Il compito di un olio vettore, infatti, è diluire gli oli essenziali, poiché non si possono usare puri sulla pelle.
Torniamo al nostro rituale.
Preparate con cura il vostro spazio si lavoro, ponendo al centro del vostro altare la candela nera, sulla destra di essa la casa che avete disegnato / costruito, e sulla sinistra il contenitore ignifugo.
Accendete la candela e fermatevi un attimo a osservarne la fiamma, pensando alle vostre sensazioni e al vostro stato emotivo.
Prendete la penna rossa e scrivete sulla casa di carta che avete realizzato la parola colpa, oppure rimorso, più volte dove più vi aggrada.
Mettete sopra alla vostra casa il pepe (simbolo di allontanamento, bando) e alcune gocce di olio vettore.
Prendete la casa così conciate e mettetela nel contenitore ignifugo.
Facendo molta attenzione prendete la candela e con la sua fiamma date fuoco alla casa di carta.
Osservate tutti i vostri rimorsi / sensi di colpa bruciare, sentitevi liberati.
A questo punto potete rivolgere un pensiero / invocazione / preghiera alla vostra forza spirituale, o divinità, di riferimento.
Quando la casa è ridotta in cenere, raccogliete quest’ultima e affidatela all’elemento aria…tutto sarà lontano da voi.
Spegnete la candela; potete riutilizzarla per lo stesso rituale e non per altro.

Follow me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit exceeded. Please complete the captcha once again.