La Zeolite

La zeolite è un minerale complesso che si forma a contatto di lava vulcanica e acqua. Questo processo può richiedere migliaia o addirittura milioni di anni; gli scienziati stimano che i primi minerali di zeolite si siano formati oltre 300 milioni di anni fa.
Gli antichi romani la utilizzavano come elemento per la costruzione di ponti, e poi cadde sostanzialmente nell’oblio fino a che, nel 1756, Axel Cronstedt se ne interessò dandogli anche il nome attuale; unì, per questo, due parole greche: zéō , che significa “bollente” e líthos , che significa “pietra”.
Infatti, data la sua struttura porosa, questa pietra riesce a trattenere (anche se a prima vista, e al tatto, sembra completamente asciutta) una discreta quantità d’acqua al suo interno; quando Cronstedt provò a riscaldarla essa emise una nuvola di vapore acqueo, da cui il nome di ‘pietra bollente’ .
Alluminio e silicio costituiscono la base della struttura di questo minerale che, spesso, include altri elementi come ossigeno, stagno, zinco e titanio.
La zeolite agisce come un “setaccio molecolare”, filtrando le molecole in base alla loro dimensione, eliminando particelle indesiderate.
La carica superficiale negativa lega debolmente i minerali come il sodio, il potassio e il calcio .
L’industria si affida principalmente alle zeoliti sintetiche, che sono pure e hanno strutture uniformi.
Alcune di loro non esistono in natura, come la zeolite A.
Nota importante: Tutti i potenziali benefici che vi descrivo si riferiscono, in generale, alla clinoptilolite, il tipo più comune di zeolite per usi medici;
La zeolite naturale, filtrata e pura la possiamo definire come un ideale “spazzino dell’organismo”; questo minerale è in grado di assorbire ingenti quantità di tossine, micotossine, metalli pesanti, virus, batteri, sostanze chimiche provenienti dagli alimenti (soprattutto quelli provenienti da agricoltura massiva, nella quale si fa’ un largo impiego di pesticidi e concimi artificiali), dalle medicine e dall’aria che respiriamo, che purtroppo risulta inquinata da numerosi agenti estremamente dannosi per la nostra salute.
Infatti, nonostante i nostri numerosi sforzi, è quasi impossibile vivere una vita completamente incontaminata. Le tossine e le sostanze inquinanti si insinuano in qualche modo nella nostra pelle e nei nostri corpi.
Proprio per questo, chi vuole disintossicarsi in maniera naturale, efficace e semplice, può utilizzare la zeolite sotto forma di integratore in capsule o in polvere.
Essendo un minerale a carica negativa, esso è in grado di attrarre le sostanze contaminanti e sostituirle con quelle salubri.
La prima e più importante azione di questo minerale è sicuramente quella disintossicante e chelante, grazie alla quale corpo e mente possono trarre notevoli vantaggi.
La presenza di tossine e metalli pesanti infatti, oltre a provocare fastidi abbastanza comuni al fisico, come diarrea e difficoltà digestive, arreca anche altri tipi di disturbi: diminuzione di concentrazione, senso di stanchezza e spossatezza generale, emicrania, sbalzi d’umore, stress, eruzioni cutanee, psoriasi, problemi autoimmuni ecc.
Inoltre, non essendo in grado di essere assorbito dal tratto gastro-intestinale, questo minerale viene espulso direttamente dalle feci insieme alle sostanze dannose da esso “catturate” nella sua struttura a nido d’api, garantendo così un’efficace depurazione sistemica.
Un altro importante beneficio della zeolite è dato dal suo potere alcalinizzante. Possedendo infatti una struttura a carica negativa (come già accennato poc’anzi), questa pietra è dunque in grado di attrarre e assorbire le sostanze a carica positiva (cationi), donando la massima protezione e un perfetto equilibrio acido-base all’apparato gastro-intestinale e a tutto il corpo in generale.
Oltre a ripristinare il livello del PH, la zeolite si rivela particolarmente efficace anche nel risanare le pareti intestinali danneggiate, migliorandone la permeabilità.
Poiché i metalli pesanti agiscono in maniera negativa sulle funzioni dei reni, la zeolite è in grado di ridare salute a questi importanti organi, rimuovendo l’eccesso di urea, p-cresolo e creatinina.
Questo minerale risulta molto efficace nel rafforzare il sistema immunitario, dato che riesce a far aumentare nel corpo il numero di cellule T e di macrofagi, indispensabili per ottenere migliori funzioni immunitarie.
La zeolite è un potente antimicrobico e antimicotico naturale ad ampio spettro. Essa agisce sulle ferite, contro alcuni batteri o virus intestinali, contro la candida, contro alcune infezioni dell’apparato urinario e contro la formazione di placca dentaria, gengiviti e malattie parodontali.
Questo minerale ha un forte potere antiossidante, che si rivela essere una preziosa arma di difesa contro l’azione dannosa esercitata dai radicali liberi. Essi sono i principali fautori dello stress ossidativo e di numerose problematiche da esso derivanti: l’invecchiamento precoce, il cancro, il diabete ed alcune patologie cardiovascolari.
La zeolite aiuta a ridurre l’assorbimento di lipidi nel sangue, permettendo così di riuscire a dimagrire.
Essa inoltre risulta efficace anche nel ridurre l’assunzione di glucosio e, conseguentemente, di contrastare l’iperglicemia.
Oltre a ciò, gli integratori di zeolite sono particolarmente indicati per gli sportivi, dato che sono in grado di migliorare la resistenza fisica e di ridurre l’acido lattico.
Oltre ad essere assunta come integratore interno, la zeolite può essere destinata anche ad un uso topico (esterno), come rimedio per sanare dermatiti, acne, psoriasi, pruriti e altre infiammazioni cutanee.
In commercio è possibile trovare zeolite in pietra, in capsule (come integratore alimentare) e in polvere ma, data la scarsa diffusione nei tradizionali canali di distribuzione, non risulta facilmente reperibile. Solitamente la si può trovare in vendita presso le erboristerie meglio fornite, in farmacia o più semplicemente online, sicuramente ad un prezzo più contenuto: una confezione contenente 60 capsule costa in media 30 euro.
La zeolite la troviamo in molti prodotti per la cura della persona tipo:

  • Saponi
  • Maschere per il viso
  • Scrub per il corpo
  • Dentifrici

Grazie alle sue proprietà disintossicanti e antibatteriche, la zeolite può apportare benefici alla pelle in diversi modi. Molti prodotti curativi e per la cura personale hanno la zeolite come ingrediente principale, ad esempio un deodorante contenente zeolite può aiutare a prevenire l’odore corporeo e proteggere la pelle.
Vi propongo, ora, alcuni suggerimenti molto pratici e fai da te di utilizzo di questo fantastico minerale.

Maschera per il viso antirughe e rinfrescante.

Mescolate un cucchiaio di zeolite e due di acqua in modo di fare una pasta sufficientemente morbida.
Potete aggiungere alcune gocce di olio essenziale (menta piperita, melaleuca, lavanda) o se avete una pelle particolarmente secca aggiungete, semplicemente, dell’olio di oliva.
Applicatela sul viso e lasciate agire per più di 15 minuti (meno per la pelle secca).
Risciacquate e procedere con la normale cura della pelle.

Dentifricio.

Per produrre un ottimo dentifricio che, oltre a disinfettare denti e cavo orale, permette di ‘riparare’ eventuali lesioni gengivali recuperatevi i seguenti ingredienti:

  • Due cucchiai di polvere di zeolite
  • Un pizzico di sale himalayano e/o bicarbonato di sodio
  • Un pizzico di cannella ed erbe essiccate (chiodi di garofano, salvia, menta piperita , ecc.)
  • 5-10 gocce di olio essenziale a scelta

Mescolate il tutto fino ad ottenere una pasta ben amalgamata. la quantità fornita vi basta per i due / tre lavaggi giornalieri.

Posologia

La posologia degli integratori a base di zeolite, siano essi in polvere o in capsule, varia a seconda dell’utilizzo che se ne vuole fare.
Se si desidera cominciare una terapia di prevenzione è sufficiente assumere una piccola dose (una punta di un cucchiaino) di polvere di zeolite, 2 volte al giorno prima dei pasti. Questo genere di trattamento non richiede continuità, sono sufficienti anche solo 2 o 3 giorni di cura.
Se la si vuole utilizzare come rimedio per disintossicare il corpo dalle sostanze dannose è necessario ingerirla a stomaco vuoto, trenta minuti prima dei pasti, con un dosaggio di 5 grammi (circa 1 cucchiaino).
Se si comincia un trattamento utilizzando la Zeolite in capsule, è bene rispettare la dose indicata sulla confezione, che solitamente corrisponde a 3 compresse al giorno.

Controindicazioni

La zeolite è una sostanza innocua per l’organismo e proprio per questo non presenta particolari controindicazioni.
In ogni caso, in presenza di patologie o di particolari intolleranze e allergie, è sempre raccomandata la supervisione del proprio medico.
Un altro importante consiglio è quello di attenersi alle dosi consigliate (riportate di solito nella confezione) per evitare che si presentino eventuali effetti collaterali.
Dato il suo incredibile potere assorbente, è importante bere molta acqua durante il trattamento con zeolite per evitare problemi di stitichezza.
Persone particolarmente sensibili potrebbero avvertire lievi mal di testa e nausee, dovuti al fatto che la disintossicazione interna va comunque ad alterare gli “equilibri”, anche se precari, che si sono creati nel corpo.
La zeolite è sicura per il consumo umano ma può danneggiare i polmoni se inalata per un tempo prolungato.
I bambini e le donne incinte potrebbero voler evitarlo. Non combinare la zeolite con farmaci o integratori e assicurati di consultare prima il medico.
La zeolite può anche aumentare l’escrezione di calcio renale durante la fase iniziale del trattamento, ma questo effetto dovrebbe sparire dopo un po’ di tempo.
La ricerca sulla zeolite ha dimostrato ottimi risultati nei campi che vi ho descritto in questo articolo ma non possono sostituire le cure mediche per qualsiasi condizione di salute.

Fonte principale:  https://sorgentenatura.it

Follow me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente

Corso di cartomanzia: la Forza

Articolo successivo

Rituale del PrezzemoloNew!!