Semplice rituale di purificazione.

Questo piccolo rito di magia bianca  è molto utile per liberarsi da legami indesiderati e dalle negatività che ci affliggono.
Trova il suo utilizzo nella pratica della magia esoterica come protezione da energie negative derivate da riti errati o interrotti per svariati motivi.
Lo potete  utilizzare anche come metodo per allontanare i cosiddetti vampiri spirituali.
Principalmente utilizza la tecnica della visualizzazione ed è molto semplice da eseguire e facile da preparare.

Recuperatevi il seguente materiale:

  • Una candela bianca di cera vergine.
  • Tre rametti di rosmarino o salvia da 4 cm
  • Una scatola di fiammiferi lunghi in legno
  • Un  piattino di coccio o ceramica bianco
  • 1/2 cucchiaino di olio extravergine nuovo (dell’anno in corso).

Mettete un pochino di olio sul palmo delle mani ed ungete la candela almeno 3 volte dall’alto verso il basso con i palmi delle 2 mani contemporaneamente.
Accendete un fiammifero e scaldate il sotto della candela per attaccarla al piattino.
Alla base (sul piattino) posizionate uno dei rametti che avete raccolto (con gli altri due dovrai fare delle fumigazioni) e accendete la candela con un nuovo fiammifero.
Ora, pensate e visualizzate tutte le cose negative che Vi riguardano e i visi delle persone che ritenete negative per Voi o che pensate possano avervi portato delle negatività.
Se non conoscete le persone , pensate alla situazione, al loro nome, a qualcosa che vi colleghi in qualche modo.
Quando vi sentirete pronti/e ed avrete visualizzato tutto e tutti per bene, accendete uno dei rametti che avete messo da parte e fattevi arrivare il fumo addosso, per purificarvi sia davanti che dietro.
Dai piedi alla testa e ritorno.
Poi, lasciate che il rametto finisca di bruciare, poggiandolo nel piattino della candela e con un po’ di saliva bagnatevi l’indice e il pollice della mano con cui scrivi e spegnete la candela con le due dita.
Mentre spegnete la fiamma, a voce alta dovete dire:

Come io spengo questa fiamma, tutti i miei legami verranno spezzati, tutte le negatività interrotte, tutte le arti magiche rimaste in sospeso, saranno cancellate e annullate.

Ora, riaccendete la candela che avevate spento prima, con un terzo fiammifero e visualizzate ed immaginate che tutte le cose e le persone a cui avete pensato prima, siano per te positive.
Ad esempio: provate malessere quando incontrate qualcuno?
Ora dovete immaginarlo come un vero senso di benessere.
La persona che sentivate negativa prima di spegnere la candela, ora immaginala che vi sorrida e vi voglia bene… etc.
A questo punto, accendete alla fiamma della candela l’ultimo rametto rimasto e fumiga la stanza e la casa lasciando consumare tutta la candela fino in fondo.
Quando la candela si spegne da sola perché  esaurita naturalmente ‘liberate’ il rametto che avevate sul piattino in acqua corrente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code