Rituale per allontanare gli incubi

Mi sono occupato spesso, su questo blog, della fase della nostra giornata dedicata al sonno, questo perché il riposo di mente e corpo sono essenziali per tutto il nostro equilibrio. Dormire serve al sistema immunitario, al recupero biologico e fisiologico del cervello e al consolidamento della memoria.
Quando si dorme, il corpo ha la possibilità di ritemprarsi: il vissuto della giornata viene rielaborato, i muscoli si rilassano e tutto il corpo può reidratarsi e assorbire elementi nutritivi.
Durante il sonno si regola la temperatura del corpo, il cuore e le arterie riposano, il sistema immunitario è quindi nelle condizioni idonee per funzionare al meglio; inoltre la mente stanca si rigenera ed il cervello elabora le cose da memorizzare: ciò che serve viene archiviato mentre ciò che non serve viene scartato e dimenticato, diventando essenziale per l’equilibrio conoscitivo ed emotivo durante la vita da svegli. Sono moltissime le funzioni che traggono beneficio dal sonno: quando si dorme, l’apparato renale ed il fegato svolgono più efficacemente l’attività di eliminazione delle tossine, il sistema immunitario produce più anticorpi e il midollo osseo fabbrica globuli rossi in gran numero.
Il sonno influisce anche sul funzionamento dell’apparato endocrino: dormire male può avere come conseguenze la riduzione delle difese immunitarie e portare ad un invecchiamento precoce, mentre un sonno agitato può anche determinare sbalzi pressori durante la notte, che di fatto possono aumentare il rischio di disturbi cardiovascolari e cerebrovascolari.
Spesso il nostro meritato sonno viene disturbato da incubi dati dalle preoccupazione e dalle ansie quotidiane.
La magia esoterica ci può venire d’aiuto per allontanare da noi incubi ed ansie con semplici rituali che hanno il merito di rilassarci e farci elaborare maggiormente il quotidiano vissuto allontanado da noi quello che può agitare il nostro sonno.
Recuperatevi il seguente materiale:

  • Una candela bianca (ne basta una anche da tè)
  • Un nastro bianco o argento (dovrebbe essere abbastanza lungo da adattarsi al polso)
  • Qualsiasi pezzo d’argento, come un oggetto d’argento che non indossi costantemente su te stesso o con cui non dormi. Può essere un anello che non indossi, o una tazza d’argento, persino un cucchiaio d’argento.
  • Un ripiano che possa farvi da supporto / altare (vi basta anche il comodino, uno sgabello…)

Posizionate la candela al centro del vostro ‘altare’, accendetela e spegnete ogni fonte luminosa presente nel vostro ‘spazio di lavoro’ (in questo caso vi inviterei a crearvelo nella stanza dove vi coricate per il riposo).
Mettetevi comodi e posizionate il nastro attorno alla vostra candela.
Mettetevi comodi e guardate la fiamma ardere per un paio di minuti rilassandovi. Chiudete gli occhi e visualizzate le situazioni che nel vostro vissuto sono legate ad emozioni di felicità e pace.
Quando vi sentite tranquilli prendete la candela fra le vostre mani (attenzione a non scottarvi) e avvicinatevi alla finestra cercando di scorgere la luna.
Se non è presente o non riuscite a scorgerla non crucciatevi (le sue energie benefiche sono sempre presenti e vegliano sul vostro riposo) e fate il gesto di rivolgere lo sguardo verso il cielo dicendo queste parole (o simili):

“La luna è mia amica,
mi sta ascoltando e portando la bellezza nei miei sogni.
Le stelle sono qui brillano sempre,
portando serenità
e tranquillità.
Quando chiudo gli occhi non spariranno
tenendomi al sicuro fino all’alba “.

Potete ripetere queste parole tutte le volte che volete, se sentite di averne bisogno.
Se la candela non si è consumata spegnetela e posizionatela assieme al vostro oggetto d’argento sul davanzale della finestra fino alla mattino successivo.
Prendete il nastrino d’argento e legatelo (tenendolo comodamente largo) al vostro polso.
Il mattino dopo rimuovi la candela e il pezzo d’argento dal davanzale e togliete il nastro d’argento dal polso.
Potete ripetere questo rituale 1-3 volte a settimana, usando sempre una nuova candela e un nuovo nastro (la candela se non consumata potete ‘ricondizionarla’ per altre pratiche).
I nastri conservateli in un contenitore adatto lontano da sguardi indiscreti.
Quando sentite che i vostri incubi sono spariti e ve ne siete liberati, puoi ancora andare avanti e fare questo piccolo rituale una sola volta alla settimana o al mese.
Potete eseguire questa piccola opera in qualsiasi notte voi ne sentite il bisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Articolo precedente

Aeromanzia : La divinazione dell’Aria

Articolo successivo

Il lato oscuro