Rituale per portare discordia e disordine

Questo rituale base, di magia nera, serve per rendere la vita complicata a qualche vostro nemico.
È anche una potente pratica che potete utilizzare per portare disunione e ‘zizzania’ fra una coppia o un amicizia molto forte.
Come tutti i rituali di questo tipo le vostre energie negative nel confronto del vostro ‘target’ devono essere forti e convinte.
Recuperatevi questo materiale.

  • Un nastro nero lungo una trentina di centimetri
  • Una candela scura (nera o viola)
  • Un ripiano che possa farvi da supporto / altare
  • Un accendino.

La fase lunare consigliata per questo piccolo rito è quella calante propizia per la restituzione dei torti.
Il mio consiglio è quello, se desiderate realizzare questa pratica, di approfittare delle energie della notte (dopo le 22).
Preparate con cura il vostro spazio di lavoro mettendo al centro la vostra candela e alla sua sinistra il nastro nero.
Accendete la candela; questo è il momento ideale per concentrare tutta la vostra negatività sulla persona che desiderate colpire e di rivolgere un pensiero alla vostra forza spirituale di riferimento (magari appartenente al percorso sinistro)
Ora prendete il nastro e fate tre nodi a poca distanza l’uno dall’altro.
Quando realizzerete il primo nodo dite queste parole (o simili…)

‘ Con questo nodo sigillo questo esagono (maledizione):
Non dormirai, non riposerai
Nodi di rabbia, nodi di odio
La discordia porto al tuo destino’

Intrecciando il secondo nodo dite queste parole (o simili…)

Lego questo secondo nodo fa due
Portando l’oscurità su di te
la calunnia, la discordia ed il male
portandoti direttamente l’oscurità nella tua vita

Concludete facendo il terzo nodo dicendo queste parole (o simili…)

Con questo terzo nodo che lego
Intreccio il caos nella tua mente
Maledizione di rabbia, maledizione di odio
portalo giù, non aspetterò
Tutto questo sia reso, ora, manifesto!

Mentre eseguite questo incantesimo pensate a tutto il caos che esso porterà al vostro nemico e assicuratevi (come vi ho già detto) di essere colmi di rabbia e furore prima di eseguirlo; questo lo renderà ancora più efficace!
Quando avete finito vedete se c’è la possibilità di nascondere il nastro con i nodi nel presso della dimora (o del posto solitamente frequentato) del destinatario della vostra pratica.
In caso contrario, conservatelo in un posto a voi conosciuto finché non decidete di sciogliere i nodi e dare un’altra possibilità al vostro nemico.

Follow me!

11 pensieri riguardo “Rituale per portare discordia e disordine

  1. Roberta ha detto:

    Conseguenze per chi fa il rito? Di solito si dice che per queste pratiche poi c’è una sorta di “ritorno negativo”? È vero?

    1. Haimi Rem ha detto:

      L’azione esoterica non è mai neutra, qualsiasi essa sia. Bisogna sempre partire dal presupposto che ad ogni azione corrisponde una razione, un avvenimento.
      In particolar modo l’esercizio della magia nera, nutrendosi spesso delle nostre energie negative, ci deve rendere consapevoli che dovremmo gestire tali energie anche a livello personale.
      Su questo blog troverà alcuni esempi di come difendersi da queste energie definite di ‘ritorno’.
      Ricordo comunque che, come più volte o scritto, la magia nera non serve assolutamente solo per ottenere vendetta o nuocere a qualcuno.

  2. Nancy ha detto:

    Fatto aspetto il risultato… seppellito nel suo posto di lavoro

  3. Nancy ha detto:

    Puoi dirmi se il posto di lavoro è indicato? E poi faccio bene a recitare quello scritto nel rituale ogni sera per rafforzare l’intenzione? Grazie per la risposta

    1. Haimi Rem ha detto:

      Si, il posto di lavoro del destinatario va benissimo per nascondere il nastro.
      Non serve ripetere le formule del rituale ogni sera, a dirle il vero. Quelle parole hanno senso all’interno del rituale dove la nostra rabbia ed intenzione deve trasformarsi in energia negativa da rivolgere verso il nostro ‘target’.
      Al limite dopo un certo e congruo lasso di tempo, la tradizione dice che possiamo rinnovare il rituale, rifacendolo completamente.

  4. Carola ha detto:

    Salve volevo chiederle se questo rito va bene per la mia situazione:
    Vorrei far litigare e o lasciare il moroso dalla mia amica e allontanarla dai suoi nuovi amici.
    Questo rituale funziona per farla litigare con queste persone? E posso nascondere in casa il nastro? Abita troppo lontano per andarci

    1. Haimi Rem ha detto:

      Il rituale è adatto alla situazione che lei descrive.
      Il rituale prevede la possibilità di tenere il nastro nel luogo che più le aggrada (quindi anche presso la sua abitazione), dandole la possibilità di sciogliere l’incantesimo quando lo desidera.

  5. Carola ha detto:

    Salve grazie tante per le risposte
    Volevo sapere se il nastro può essere di altri colori scuri come grigio o blu molto scuro e se creasse problemi al rituale se fosse più lungo di 30 cm!
    Grazie x le risposte

    1. Haimi Rem ha detto:

      Tenga presente che nella pratica della magia esoterica tutto quello che viene utilizzato ha una forte valenza simbolica. In questo caso il colore del nastro dovrebbe essere rigorosamente nero, mentre la lunghezza consigliata del medesimo è solo di riferimento: il nastro non deve essere ne troppo lungo ne troppo corto…

  6. Susy ha detto:

    Ottimo blog! Adoro gli incanti descritti da lei.
    Volevo chiederle cambia molto se faccio il rito di venerdì o domenica? E la lunazione è per forza la calante? Se lo facessiin crescente funzionerebbe lo stesso?
    Chiedo per capire se posso farlo quando voglio contro una ex amica o devo per forsa aspettare fine mese
    Grazie cordiali saluti.

    1. Haimi Rem ha detto:

      No, non cambia pressoché nulla..questo tipo di rituali si basano sopratutto sull’impeto delle nostre energie ‘negative’ e quindi possono essere tranquillamente realizzate quando ne sentiamo il bisogno e, sopratutto, quando sentiamo di essere bene carichi per far esplodere la nostra ostilità verso il destinatario della nostra pratica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Articolo precedente

Il quadrato del Sator

Articolo successivo

Alla ricerca del Dio perduto.