Due semplici incantesimi per ‘connessioni’ romantiche.

Questi due semplici incantesimi provengono direttamente dalle tradizioni wiccan e sono complementari.
Prima si realizza l’incantesimo che favorisce la ‘connessione’ e poi quello per far si che la relazione che scaturirà da questo collegamento sia proficua e stabile.
Ovviamente nulla vi impedisce di fare i due incantesimi in maniera completamente ‘slegata’ fra loro; ad esempio potreste solo aver bisogno di rendere più stabile una relazione già esistente, quindi potete realizzare solo il secondo incanto che vi propongo in questo articolo.
Il primo incantesimo andrebbe realizzato un giovedì durante la luna crescente, approfittando delle energie della sera (prima delle 22).
Per realizzarlo recuperatevi questo materiale:

  • Una candela viola
  • Una ciotola d’acqua
  • Uno specchio (ne basta uno piccolo come quelli adoperati per darsi quel vezzoso filo di trucco)
  • Un ripiano che possa farvi da supporto / altare (un semplice tavolino o uno sgabello possono servire egregiamente allo scopo)
  • Un accendino

Preparate con cura il vostro spazio di lavoro posizionando al centro del vostro altare la candela viola. Davanti ad essa ponete la ciotola contenente l’acqua e alla destra posizionate lo specchio.
Accendete la candela e concentratevi su voi stessi cercando di liberare la mente dai pensieri quotidiani.
Specchiatevi ed ammirate la vostra bellezza e il vostro fascino..guardatevi profondamente negli occhi e dite queste parole o simili:

“Nella grazia dell’universo
e nell’abbondanza dell’amore,
affermo di essere considerevolmente desiderabile
e aperto alla generosità dell’amore intorno a me.
Il flusso di amore e desiderio su me sia sempre abbondante;
in linea con il grande superiore, sviluppo e attiro l’amore!! “.

Concedetevi qualche minuto di concentrazione, respirando profondamente (come vi ripeto sempre, fate in modo che il vostro spazio di lavoro sia comodo e accogliente..dovete starci bene e con piacere).
Immergete, poi indice e medio della vostra mano abile nella ciotola d’acqua e poi toccatevi, facendo dei gesti solenni e lenti, la fronte, la bocca ed il centro del cuore..
Spegnete la candela.
I risultati non tarderanno a venire, ed avrete così tante potenziali connessioni romantiche che vi sarà difficile scegliere.

Incantesimo per una relazione lunga e felice

Quando avrete realmente trovato qualcuno di unico, qualcuno di cui vi state innamorando, ricambiati, questo incantesimo aumenterà il legame tra voi e la persona amata.
Non ‘forzerà’ il legame, ma amplificherà ciascuna delle vostre eccellenti qualità in modo che l’altro possa vederle più facilmente, apprezzandole.
Questo incantesimo va fatto nel giorno di venere approfittando delle energie della notte (dopo le 22).
Preparate il vostro spazio di lavoro, posizionando un ciclamino al centro del vostro altare.
Oltre al ciclamino recuperatevi questo materiale:

  • Una candela bianca
  • Una candela rossa

Posizionate la candela bianca sulla destra del ciclamino e quella rossa sulla sinistra.
Fate l’azione di annaffiare il ciclamino (simbolicamente state coltivando il vostro amore) ed accendete la candela bianca.
Concentratevi un attimo e pensate alla persona con la quale condividete i vostri sentimenti e dite le seguenti parole (o simili):

“Chiedo alla dea Branwen di conferire il
vero amore alla mia unione con (inserire nome).”

La dea Branwen è, per tradizione, la dea gallese dell’amore e della bellezza.
Respirate e sentite il sentimento d’amore riempirvi il cuore.
Accendete la candela rossa e dite le seguenti parole (o simili):

“Chiedo che questo sia fatto in nome di Branwen
Così sia. Quindi è.”

Osservate per un attimo le candele e la bellezza del ciclamino; terminate il rito spegnendo le candele.
I resti delle candele che avete utilizzato per questi riti potete tranquillamente riutilizzarle o riciclarle per crearne altre.

Follow me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Articolo precedente

Alla ricerca del Dio perduto.

Articolo successivo

Il segno della mano nascosta