Rituale di separazione con il limone e il sale.

In questo articolo vi descrivo un famoso e antico rituale di separazione che affonda le sue radici nelle tradizioni magico/ popolari del Messico; lo scopo, come ovvio, è quello di allontanare una persona da chi amate / desiderate. Può tornarvi utile anche per separare una coppia sposata, se vi trovate nella posizione di essere amanti di uno dei due componenti.
In realtà la pratica originale (o almeno quello che viene trasmesso in maniera orale fra le varie generazioni) utilizza il lime (la principale varietà di questo agrume è chiamata proprio ‘Messicana’ ) che è comunque un parente del nostro limone.
Infatti, limone e lime appartengono entrambi alla famiglia delle ‘Rutaceae’ ma il secondo cresce ‘naturalmente’ (non in serra) solo nei climi tropicali.
Devo ringraziare una cortese lettrice per avermi ricordato l’esistenza di questo piccolo ma efficace rito; con l’occasione vi faccio, come sempre, presente che potete tranquillamente scrivermi se volete suggerire argomenti, al fine di realizzare articoli / libri, che vorreste vengano sviluppati e portati a conoscenza di tutti …vi assicuro che (con un po’ di pazienza) rispondo a tutti.
I contatti mail e social (che non mi piacciono particolarmente…sono ‘anzianotto’ e non riesco a seguirne a pieno le dinamiche) li trovate su questo Blog.
Secondo la vulgata originale, a cui appartiene questa pratica, questo rituale non può essere eseguito per separare due persone appartenente allo stesso sesso biologico.
Su questa cosa (che trovate riportata in molte fonti) non mi trovo assolutamente d’accordo in quanto uno dei fondamenti della magia esoterica è: ‘Tu sei quello che senti di essere’ o come dicono gli amici Wiccan ‘You are what You feel You are’. Di riflesso questo concetto si applica, nella magia moderna, anche ai destinatari della pratica; gli aspetti simbolici del limone e del sale, presenti in questo rituale, non impediscono assolutamente che i destinatari ultimi di questa azione di magia esoterica siano dello stesso sesso.
Il sale, simbolicamente è l’elemento, che in questo caso, ha il compito di rendere tesi i rapporti nella coppia.
L’acidità del limone toglie l’intesa fra le persone, elimina romanticismo, complicità e desiderio…il rapporto diventa una gabbia invivibile.

Recuperatevi, quindi, il seguente materiale:

  • Un limone dalle dimensioni generose
  • Una manciata di sale grosso
  • Due fogliettini di carta
  • Una penna nuova
  • Un ripiano che possa farvi da supporto / altare
  • Opzionalmente una candela rossa e dell’incenso
  • Un coltello

Preparate con cura il vostro spazio di lavoro.
Mentre preparate il tutto concentratevi sul vostro desiderio di separare la coppia vostro obbiettivo; focalizzate bene le energie su questo scopo.
Per concentrare e dirigere bene le energie, se vi è d’aiuto, accendete una candela rossa dedicandola a una vostra forza spirituale di riferimento (in questo caso potrebbe essere Eris), chiamandola in vostro aiuto; potete potenziare maggiormente la carica energetica rilassandovi con un po’ d’incenso.
Scrivete, con la penna, i due nomi delle persone che formano la coppia da separare sui foglietti (uno per ogni foglio) .
Quando vi sentite pronti e ben carichi prendete il coltello e incidete (senza affondare la lama) una croce sulla buccia; potete incidere qualsiasi simbolo, anche un pentacolo, se lo desiderate.
Al centro della croce fate un buco (senza trapassare il limone) e togliete quanta più polpa possibile.
Infilate i foglietti nel foro e coprite il tutto utilizzando il sale.
Se avete acceso candela e /o incenso spegnete il tutto ed eventualmente ringraziate la forza spirituale alla quale avete chiesto aiuto.
Prendete il limone così preparato e mettetelo in un luogo nascosto, lontano da luoghi indiscreti per sette giorni.
Al termine del settimo giorno disfatevi del limone e del suo contenuto, preferibilmente gettandolo in acqua corrente (in un fiume / torrente).

Follow me!

4 pensieri riguardo “Rituale di separazione con il limone e il sale.

  1. Nancy ha detto:

    Buonasera se non ci sono fiumi o torrenti dove si può buttare? Grazie mille

    1. Haimi Rem ha detto:

      Il gesto di gettare i resti della pratica esoterica (se sono, ovviamente, interamente organici e biodegradabili) in ‘acqua corrente’, in questo genere di rituali, indica il voler lasciare la parola ultima di quello che sarà dopo alle forze della natura, o per meglio dire al fato.
      In alternativa si possono gettare questi resti nel compost (nel residuo organico) o, come fanno in molti, seppellirli in una piccola buca in un parco / giardino / bosco.

  2. Blusky ha detto:

    Io dovrei fare questo rito per allontanare le 3 amanti di mio marito, posso usare sempre la stessa candela e la stessa penna? Ci sono dei giorni e delle lunazione da rispettare?posso fare tutto nella stessa sera?
    Se il rito non funziona si può ripetere? Dopo quanto tempo?

    1. Haimi Rem ha detto:

      Se non richiede l’intervento di qualche forza spirituale (in quel caso le candele, almeno, andrebbero cambiate) può tranquillamente utilizzare, in questo caso, le stesse candele e la stessa penna.
      Può fare il tutto come se fosse un unico rituale.
      Se proprio vuole rispettare la lunazione, tutti i rituali di separazione andrebbero fatti (rispettando la tradizione) in luna ‘decrescente’; consiglio le ore serali.
      I rituali si possono ripetere tutte le volte che si ritiene; basta avere l’accortezza di far passare un certo lasso di tempo che consta, anche qui, in almeno una lunazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Articolo precedente

Il “Malleus Malleficarum”

Articolo successivo

Il diaspro rosso.