Essenze rilassanti

Uno dei grandi insegnamenti che offre lo studio della magia esoterica è la consapevolezza di come la nostra esistenza sia legata a doppio filo con quello che ci circonda e con la natura.
Anche il modo di curarci deve andare verso questa consapevolezza la quale ci invita scegliere (dove è possibile e dimostrato) la via di affidare la nostra salute a prodotti offerti dalla natura, che in linea di massima, non danno effetti indesiderati sull’equilibrio del nostro essere mente e corpo.
Provare una certa agitazione in alcune situazioni è un fatto naturale che può essere considerato benefico: ad esempio prima di un esame o di una riunione importante si potrebbero sperimentare nervosismo, gola secca, stomaco chiuso, che, per quanto spiacevoli, favoriscono una maggiore allerta e vitalità nell’organismo.
Diverso è quando l’agitazione si protrae per più giorni, si parla in questo caso di ansia patologica che riduce la capacità di focalizzarsi e agire, paralizza e manda in confusione. Difficoltà a dormire la notte, respirazione accorciata, palpitazioni, innalzamento della pressione arteriosa, attacchi di panico, sudorazione eccessiva, questi sono alcuni sintomi dati da condizioni di ansia ai quali si aggiungono stress e indebolimento del sistema immunitario.
Tra le principali proprietà benefiche degli oli essenziali rilassanti c’è la predisposizione a contrastare stress, ansia, insonnia e stati di agitazione.
Tramite inalazione e applicazione topica di alcuni oli, vengono stimolate aree del cervello responsabili delle nostre emozioni, ottenendo un rilascio delle sensazioni negative e un rilassamento della mente. Di seguito scopriremo le proprietà e i benefici degli oli essenziali più utilizzati per rilassarsi.

Lavanda

L’olio essenziale di lavanda è specialmente noto per il suo effetto lenitivo e sedativo.
Particolarmente indicato per alleviare problemi d’ insonnia, nervosismo, ansia ed emicrania, può essere utilizzato per inalazione, sia in diffusione nell’ambiente che cospargendo poche gocce in un fazzoletto per un effetto calmante immediato ed efficace, o sul cuscino per conciliare un sonno tranquillo.
L’olio essenziale di lavanda si presta anche all’uso cutaneo, un massaggio all’olio di lavanda è particolarmente indicato per alleviare crampi e contratture.

Mandarino

L’olio essenziale di mandarino ha note proprietà rilassanti e calmanti sulla psiche.
Favorisce il relax e la distensione e combatte i disturbi del sonno ed è particolarmente indicato per i bambini, per conciliarne il sonno.
Si suggerisce l’inalazione tramite diffusione ambientale, o la dispersione di alcune gocce in un bagno caldo.

Arancio dolce

Questo olio essenziale rilassante favorisce il sonno, combatte l’irritabilità e induce calma, contrastando ansia e nervosismo.
Oltre all’inalazione tramite diffusore per ambienti, l’olio di arancio dolce è un antispasmodico naturale e si presta a essere impiegato per massaggi, aggiungendone alcune gocce a un cucchiaio di olio o di crema per rilassare la muscolatura.
Similmente all’olio di mandarino, l’olio essenziale di arancio è ‘fototossico’ e rende la pelle molto sensibile, avendo proprietà astringenti.
In caso di applicazione topica va, dunque, evitata l’esposizione al sole.

Arancio amaro

L’olio essenziale è un riequilibrante nervoso, usato per rilassare e infondere calma, grazie alle sue proprietà distensive e alle note olfattive fresche e agrumate.
Si consiglia l’utilizzo in aromaterapia in caso di stress mentale, ansia e irritazione, per favorire il sonno e il ristoro delle energie e conciliare il buon umore.

Melissa

È una tra le più potenti essenze rilassanti e riequilibranti ed è particolarmente indicata a combattere l’insonnia e abbassare la pressione cardiaca, fungendo da sedativo contro gli stati d’ansia e agitazione.
Adatto ai bambini per placare stati di nervosismo, si consiglia l’utilizzo in diffusione ambientale, oppure attraverso un massaggio sulle tempie o sul petto prima di andare a dormire.

Ylang ylang

L’olio essenziale, caratterizzato da note olfattive particolarmente intense, ha un effetto ansiolitico e calmante sul sistema nervoso, attenuando disturbi d’ansia psicofisici.
È consigliato l’utilizzo tramite diffusione ambientale in caso di attacchi di panico, irritabilità, o per alleviare sensazioni di stanchezza mentale e fisica.
Grazie alle sue proprietà afrodisiache favorisce l’armonia e aiuta a dissolvere la tensione e la collera, agendo sulla pressione e sul sistema circolatorio.

Camomilla romana

Caratterizzato da una fragranza particolarmente delicata, è uno dei più efficaci oli essenziali per rilassarsi e riequilibranti, molto indicato peri bambini, anche i più piccoli.
È suggerito per placare l’irritabilità, combattere stress e agitazione, e come antidoto all’insonnia, aiutando a distendere la muscolatura e placare disturbi emotivi.

Neroli

È indicato dopo fatiche mentali e tensioni psichiche, contro paura, disturbi d’ansia, depressione. Calma i pensieri in momenti di confusione.
Porta la pace nel cuore, l’allegria e l’ottimismo consolante. Ci rafforza in situazioni in cui non vediamo vie d’uscita. Esercita un’efficace azione calmante in caso di turbe emotive, nervosismo, insonnia, ipertensione, tachicardia, stress. Concilia il sonno ed è molto utile in caso di bambini sovreccitati e che si addormentano con difficoltà.

Oli essenziali e bambini

Gli oli essenziali rilassanti non sono soltanto adatti agli adulti, ma hanno particolari effetti benefici sui bambini. Possono essere utilizzati in diffusione, per massaggi o nel bagnetto, per conciliare il sonno o per un effetto calmante e distensivo.
Per la diffusione tramite diffusore si suggerisce una miscela formata da poche gocce di olio di lavanda, di arancio amaro e di olio di mandarino.
Questa miscela di oli ideale per i più piccoli la si può diffondere in cameretta un’ora prima di dormire.
Un metodo d’uso degli oli essenziali particolarmente adeguato per i bambini è quello del massaggio, che sottende un coinvolgimento emotivo in reazione a questo gesto rassicurante e di conforto.
Si suggerisce l’impiego di una miscela formata da 2 gocce di olio essenziale di lavanda e 2 gocce di olio essenziale di arancio dolce.
Anche in questo caso la miscela è da sciogliere in un cucchiaio grande di olio vegetale (preferibilmente l’olio di mandorla con proprietà lenitive e tonificanti) da utilizzare per massaggiare polsi e colonna vertebrale due volte al giorno, in particolare prima di andare a dormire.
Un altro metodo d’impiego degli oli essenziali a forte coinvolgimento psicologico per il bambino è quello del bagnetto, che offre benefici sia a livello di assorbimento cutaneo che respiratorio.
Si consiglia dunque un bagno caldo a circa 38° in cui disperdere 5 gocce di olio essenziale di arancio dolce e 5 gocce di olio di camomilla romana. Il tutto in un cucchiaio di olio vegetale o di latte, a cui accompagnare un sottofondo musicale rilassante.

Oli essenziali e animali

Gli oli essenziali calmanti possono essere impiegati anche per gli animali, con comprovati effetti: costituiscono infatti un calmante per l’agitazione e, come nel caso dell’olio di lavanda, il più indicato, anche un lenitivo per la pelle.
Mentre si sconsiglia la somministrazione ai gatti, in quanto animali molto sensibili, l’olio di lavanda può indurre un effetto rilassante nei cani.
Si può iniziare con la diffusione ambientale, o facendolo annusare su un fazzoletto cosparso da poche gocce, e se l’animale mostra apprezzamento, continuare disperdendo 3-5 gocce di olio essenziale alla lavanda in un cucchiaio di olio d’oliva e procedere con un massaggio.
Inoltre, la Tilia tomentosa, associata ad altri fitoterapici ad azione ansiolitica e sedativa, è un ottimo alleato per tranquillizzare i nostri compagni a quattro zampe durante momenti particolari dell’anno, in cui la normale routine a cui sono abituati viene a mancare, sostituita da gente, confusione e rumori forti e improvvisi, quali i fuochi d’artificio.

Fonte free-press:  Pharmacom Numero 1/2022

Follow me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Articolo precedente

Caffè per cambiare il destino.

Articolo successivo

Il cerchio della fortuna.