Rituale del cuore di sale

Questo rituale di magia rossa è abbastanza famoso e serve per rendere più solida una situazione affettiva.
Questa pratica serve per aumentare l’intesa della coppia e creare una barriera contro le ingerenze di terze persone (parenti, suoceri, amici invidiosi…).
Si può eseguire questo rituale anche per solidificare una relazione non convenzionale, ossia tra amanti e non necessariamente tra persone fidanzate o sposate.
Questo rituale va cominciato in un periodo di luna crescente (meglio se proprio nel giorno della luna piena) e sfruttando le energie della notte (dopo le 22).
È un rituale che va fatto lungo nove giorni e quindi cercate un posto dove potete realizzarlo e (come si dice in ‘gergo’ esoterico) sospenderlo.
Questo rituale potete anche farlo ‘conto terzi’ per aiutare magari amici o conoscenti in difficoltà.
Il materiale per realizzare questo rituale è abbastanza semplice da reperire ma vi è un elemento molto particolare il profumo di ‘Pusanga’ che trae origine dalla tradizione amazzonica del Perù.
Questa miscela nasce dalla mistura di erbe e piante tropicali che hanno il potere di attirare a se le persone e le cose che si desiderano.
Per questo motivo la Pusanga ha sviluppato una reputazione impressionante al punto da venire chiamata “la medicina dell’amore delle Amazzoni”, dal momento che l’amore, naturalmente, è la cosa a cui la maggior parte della gente anela.
È Composta da fiori ed erbe che da sempre sono considerate piante di attrazione e desiderio il segreto della Pusanga però risiede nella sua preparazione.
Aldilà dei suoi ingredienti, mantenuti ancora segreti generazione dopo generazione, la base di questo liquido è un’acqua particolare chiamata “agua de colpa”.
L’agua de colpa consiste nei residui di acqua piovana della foresta che si accumulano in particolari piscine naturali di argilla.
Questa essenza la trovate oggi sui vari shop in Internet.
Fate attenzione che quella originale costa abbastanza (attorno ai 60 / 70 € )…se trovate prezzi particolarmente bassi dubitate.
Recuperatevi, quindi, questo materiale:
  • Un ripiano che possa fungere da altare (va benissimo un semplice tavolino)
  • Un panno di colore rosa.
  • Incenso alla vaniglia.
  • Sale grosso da cucina.
  • Una vostra fotografia ed una della persona che amate.
  • Un metro e mezzo di nastro rosa.
  • Un pizzico di zucchero.
  • Una candela rosa.
  • Uno stuzzicadenti o un oggetto appuntito (mi raccomando, non di metallo)
  • Alcuni petali di rosa bianca
  • Alcune gocce di Pusanga.
Accendete l’inceso in modo da profumare e purificare il luogo dove svolgete l’opera di magia.

Stendete il panno rosa sul ripiano che diverrà, ora, il vostro altare.
Incidete ora la candela rosa (se il rituale è per una coppia non eterosessuale abbiate l’accortezza di utilizzare una candela viola).
Sulla destra mettete la candela rosa in cui occorre incidere con un oggetto appuntito i nomi delle persone coinvolte nel rituale.
Accendete la candela.
Ora prendete il sale grosso e formate con esso un mucchietto abbastanza consistente sopra il panno rosa.
Versateci sopra tre gocce di profumo Pusanga.
Ora prendete il sale con le mani il sale e strofinatelo visualizzando molto bene lo scopo per il quale fate questo rito.
Quindi sputargli sopra e rimettetelo sul panno cercando di formare (fate del vostro meglio) un cuore.
Prendere le due fotografie e metterle faccia a faccia.
Avvolgetele col nastro in modo che vengano coperte completamente e chiudete il fardello così ottenuto facendo sei nodi sei nodi.
Sigillate i nodi con qualche goccia di cera della candela e spruzzaci sopra tre pizzichi di zucchero e tre di sale dicendo:

”Unione ferma, unione di roccia,che il tempo non spezzi ed il male non raggiunga.Si uniscano i cuori, le menti ed i sessi in un pegno d’amore e di unione continua”.

Lasciate consumare interamente la candela e poi appoggiateci i resti della cera sul pacchetto.
Coprite il cuore ed il pacchetto con i petali. Ora fermatevi e lasciate il rituale aperto allontanandovi dal luogo della vostra opera.
Il giorno successivo accendete l’incenso, incidete un’altra candela e ripetete l’orazione…non fate altro.
Ripetete questo rito fino al compimento del nono giorno.
L’ultimo giorno, terminata la candela avvolgere tutto nel panno.
Fare un involucro e seppellire il tutto ai piedi di una bella pianta o gettate tutto sempre in natura dove c’è acqua corrente (un torrente o un fiume).

Follow me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Articolo precedente

L’ ermetismo.

Articolo successivo

1,6180339887