Rituale di legamento: Amarre Haitiano.

Questo semplice rito è un ‘legamento’ piuttosto potente e fa parte della tradizione della religione
Hoodoo praticata ad Haiti.
Serve sia per consolidare un rapporto in essere che per favorirne uno nuovo.

L’ amarre è in origine la corda che serve per ormeggiare le navi e quindi rappresenta idealmente il legarsi in maniera sicura e robusta.
Nella nostra lingua ‘suona anche bene’ il termine ricorda la parola amare.
Questo rituale utilizza un barattolo che rappresenta uno degli elementi che dovrete recuperarvi per eseguire questo rito.
Il contenitore originale proveniente della tradizione Hoodoo assomiglia effettivamente al palo dove legare le funi per ormeggiare le navi ma non è necessario costruirlo, basta utilizzare un comunissimo contenitore di vetro per le marmellate ad esempio.
 
Recuperatevi il seguente materiale.

  • Un barattolo di vetro, possibilmente con il suo tappo, altrimenti dovrete ‘inventarvene’ uno fatto in maniera artigianale (magari utilizzando un foglio d’alluminio) ed un’elastico
  • Un cucchiaio di zucchero di canna
  • Un foglio di carta pergamena (basta una dimensione di 12cm x 12cm)
  • Una candela rossa (se di cera vergine meglio)
  • Uno o più effetti appartenenti alla persona che volete legare a voi (capelli, unghie, un pezzetto del suo abito…).
  • Qualcosa che appartenga a Voi (anche qui possono essere unghie, capelli, un pezzo del Vostro abito…)
Questo genere di riti vanno fatti possibilmente di martedì e in periodo di luna crescente.
Prendete la carta pergamena e scrivete per sette volte il nome ed il cognome della persona che desiderate e volete intensamente legare a Voi.
Arrotolatela con cura ed infilatela nel barattolo assieme allo zucchero e agli effetti personali Vostri e della persona che desiderate legare a Voi.
Chiudete bene l‘amarre e scuotetelo più volte in modo che tutto si mescoli e si leghi idealmente assieme.
Ora Voi e la dolcezza del vostro rapporto siete un corpo ed un anima sola.
Ponete l’amarre su un ripiano e posizionate davanti ad esso la candela.

Accendetela utilizzando fiammiferi di legno e dite questa formula:

“Io offro questa candela in modo che asciughi lo spirito della persona che desidero legare a me per sempre e senza mai lasciarla”.
Quando la candela si è interamente consumata dovete liberarvi dei resti della candela e del barattolo in acqua corrente (fiume o mare) lanciandoli simbolicamente il più lontano possibile per simboleggiare il ‘non ritorno’ di quello che avete desiderato e quindi la indissolubilità della vostra coppia.

8 pensieri riguardo “Rituale di legamento: Amarre Haitiano.

  1. Lisa ha detto:

    Va gettato in acqua solo il contenuto del barattolo? O anche il barattolo stesso? Grazie

    1. Haimi Rem ha detto:

      Bisogna fare il gesto di liberarsi dell’intero barattolo.

  2. Chiara ha detto:

    Se non si può buttare il barattolo all’aperto, in un fiume o in mare è possibile buttare il contenuto nel water e il barattolo nell’immondizia. O tutto nell’immondizia?

    1. Haimi Rem ha detto:

      Anche il liberarsi dei resti, per questa pratica, fa parte del rito stesso. In questo caso un ottima soluzione può essere quella di gettare il tutto nel residuo e allontanare il tutto immediatamente portando l’immondizia subito nell’apposito cassonetto; si rispetterà, in questo modo, la richiesta del rito che è quella di ‘gettare lontano’ da noi il barattolo.

      1. Chiara ha detto:

        E se non si possono avere affetti tipo unghie capelli, oggetti suoi è possibile usare una foto? bisogna sceglierle in coppia? uguali per lui e lei?

        1. Haimi Rem ha detto:

          Si,si può tranquillamente. Non occorre che siano di dimensione uguale….questo rituale richiede la concreta idea che le due persone che si devono legare siano assieme e vicini. Qualsiasi cosa che renda questo concetto va bene.

  3. Vincenzo ha detto:

    Buongiorno. Io non ho nulla della donna che vorrei legare. Posso al limite stamparmi una sua foto? Grazie

    1. Haimi Rem ha detto:

      Si, tranne in alcune eccezioni, tutti i rituali che richiedono un effetto personale della persona destinataria delle opere che eseguiamo possiamo utilizzarne tranquillamente una foto; è così anche in questo caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Articolo precedente

1,6180339887

Articolo successivo

Piccolo editoriale.