La scala della strega

Nella tradizione Wiccan la scala della strega (la trovate nominata anche come ‘corda e piume’) è uno strumento che viene utilizzato per effettuare incanti e che viene associato alla magia dei nodi.
Ha diversi scopi.
Il primo e principale utilizzo della scala della strega è quello per

la meditazione rituale (più o meno viene utilizzata come un rosario).
È uno strumento molto utile anche per tutti qui rituali che necessitano la ripetizione di formule o invocazioni per tenere i conteggi.
Nella tradizione magica questo strumento veniva utilizzato (i rituali si sono un po’ persi, però) per opere esoteriche di bando e maledizione.
Vediamo ora come costruirne una per realizzare un’opera di magia, come quella di esaudire un nostro desiderio.
Una volta che l’avete costruita potete tenerla per tutti gli incanti che necessitano della ‘scala’ come vi ho spiegato in precedenza.
Se fate un lavoro esteticamente ‘carino’ la scala della strega può essere utilizzata anche come ghirlanda per il capo. 

Recuperatevi il seguente materiale:

  • Corde/fili di 3 colori diversi, ciò può variare a seconda dell’intento o del significato che volete dare.
  • Piume di colori diversi (tradizionalmente sono 9 piume, ognuna di colore diverso), oppure 9 oggetti con proprietà simili ma colori diversi come perline, pezzi di legno, conchiglie, campanellini, bottoni ecc.
Tagliate il filo in modo da avere tre diversi pezzi di una lunghezza comoda per lavorare (circa un metro e mezzo).
Cominciate ad intrecciare il filo, annodando le piume o gli oggettini che avete scelto all’interno della treccia e fermandole con un nodo robusto.
Potete cantare o contare mentre fate passare i fili e annodate le piume.
Se volete potete pronunciare una qualche variante di questo canto tradizionale:
 “Con il primo nodo, l’incantesimo è cominciato.
Con il secondo nodo, la magia s’avvera.
Con il terzo nodo, così sia.
Con il quarto nodo, il potere è riposto.
Con il quinto nodo, condurrò la mia volontà.
Con il sesto nodo, l’incantesimo è ultimato.
Con il settimo nodo, il futuro migliora.
Con l’ottavo nodo, la mia volontà sarà destino.
Con il nono nodo, quello che faccio mi appartiene. “
Quando le piume sono annodate, focalizzatevi sul vostro intento e obbiettivo.
Mentre fate l’ultimo nodo, tutta la vostra energia deve essere diretta nelle corde, nei nodi e nelle piume.
L’energia viene letteralmente riposta all’interno della Scala della Strega.
Quando avete completato la corda e aggiunto tutti e nove gli elementi, potete sia annodare il fondo e appenderla, sia unire i due capi e formare un cerchio o utilizzarla come ornamento (ad esempio per il capo).
In un prossimo post vi spiegherò una variante di questa pratica in cui la scala servirà per elevarvi verso le divinità in cui credete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code