Rituale dell’Arcangelo Michele per la prosperità e la fortuna.

Questo rituale proviene dalla tradizione popolare del nostro Sud (in particolare della zona della Puglia che guarda verso il Gargano) e lo si trova riportato in diverse ‘versioni’.
Quella che vi propongo è la variante più comune e conosciuta la quale mantiene intatta una semplice e sincera forma di devozione.
L’Arcangelo Michele nella tradizione popolare, è considerato il difensore del popolo di Dio e il vincitore nella lotta del bene contro il male.
Non è un caso che San Michele sia raffigurato in diverse chiese o in cima a campanili.
In Oriente, è venerato con il titolo di “archistratega”, che corrisponde al titolo latino di ‘princeps militiae caelestis’ (principe delle milizie celesti).
La devozione e la fede in questa potente forza spirituale si crede porti prosperità protezione e fortuna; affidarsi con fede all’Arcangelo Michele porterà positività e benevolenza al nostro viaggio terreno.
Per realizzare questa pratica avrete bisogno del seguente materiale:

  • Tre candele rosse
  • Un oggetto appuntito (basta un ago, uno stuzzicadenti, un chiodo, la punta del vostro Athame…).
  • Un supporto che vi possa fare da altare (un tavolino, uno sgabello, …)
  • Un immagine o qualcosa (una medaglietta, il sigillo…) che rappresenti l’Arcangelo Michele
  • Un accendino

Questo rituale potete farlo quando ne avete la necessità, non sono previsti orari o lunazioni particolari.
Preparate il vostro spazio di lavoro e posizionate il vostro altare in modo che sia direzionato verso Sud.
Questo punto cardinale è associato a San Michele Arcangelo in quanto rappresenta il sole, il colore rosso, il bastone magico e l’elemento fuoco. Questo è il punto cardinale della volontà, del dirigere ed incanalare l’energia psichica e le forze della natura.
Mettete sul vostro altare l’immagine dell’Arcangelo Michele posizionandola al centro.
Prendete la prima candela ed incidete su essa la parola fuoco (potete mettergli anche solo l’iniziale..), poi passate alla seconda ed incidete su di essa la parola Sud.
Infine prendete la terza candela e incidete il nome Michele.
Posizionate la candela ‘Michele’ sulla destra dell’immagine dell’Arcangelo e le candele Sud e Fuoco sulla sinistra.
Accendete le tre candele e rilassatevi respirando profondamente. Concentratevi e cercate di visualizzare l’Arcangelo Michele e la sua energia…È il momento di dedicargli una preghiera di devozione e ringraziamento.
Quando sentite chiara la presenza dell’energia dell’Arcangelo proferite queste parole:

“Michele, Michele, Michele, la tua presenza al mio fianco io invoco.
Arcangelo della torre di guardia sud, portatore della spada di fuoco,
essere di luce, di bontà e comprensione, custode fedele,
benedicimi con la tua spada e accordami una fortuna ed una prosperità eccezionali,
favoriscimi in tutte le imprese.
Così sia.”

Chiudete il tutto con una preghiera di ringraziamento (nulla di che, basta che dite anche un semplice ‘Grazie’ convinti e devoti).
Spegnete le candele; queste ultime potete riciclarle o adoperarle nuovamente se avete intenzione di fare questa pratica o simile.

Follow me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Articolo precedente

La gratitudine

Articolo successivo

Il rosso