Corso di Cartomanzia: la Morte

C’è una carta, nel mazzo dei tarocchi che è temuta e spaventa; rappresenta un tabù, molto moderno a dire la verità, e so che pubblicare l’immagine di questa carta mi costerà qualche follower su istragram o facebook: è la Morte, il tredicesimo degli arcani maggiori.
In realtà questa carta è molto fraintesa; per esperienza so che basta menzionare il nome della carta e la maggior parte delle persone va fuori di testa, preoccupata di crollare improvvisamente e morire non appena appare in mezzo alla stesa.
Non è così, in realtà la Morte può essere una delle carte più positive del mazzo.
L’illustrazione presa in esame in questo articolo è quella del mazzo Rider-Waite (e non quella dei classici Marsigliesi) perché la simbologia espressa è meno scarna e più comprensibile per l’esame dei significati.
La carta riporta il ‘Messaggero della Morte’, uno scheletro vestito con un’armatura nera, che cavalca un cavallo bianco. Lo scheletro rappresenta la parte del corpo che sopravvive a lungo dopo che la vita l’ha lasciato; l’armatura simboleggia l’invincibilità e che la morte arriverà qualunque cosa accada.
Il suo colore scuro è quello del lutto e del misterioso, mentre il cavallo è il colore della purezza e funge da simbolo di forza e potere. La morte porta una bandiera nera decorata con una rosa bianca a cinque petali, che riflette bellezza, purificazione e immortalità e il numero cinque rappresenta il cambiamento. Insieme, questi simboli rivelano che la morte non riguarda solo la fine della vita.
La morte riguarda la fine e l’inizio, la nascita e la rinascita, il cambiamento e la trasformazione.

C’è bellezza nella morte, ed è parte integrante dell’essere vivi.

Una figura reale sembra essere morta a terra, mentre una giovane donna, un bambino e un vescovo supplicano la figura scheletrica di risparmiarli. Ma, si sa, la morte non risparmia nessuno.
Sullo sfondo, una barca galleggia lungo il fiume, simile alle barche mitologiche che scortano i morti nell’aldilà.
All’orizzonte, il sole tramonta tra due torri, in un certo senso morendo ogni notte e rinascendo ogni mattina.
Dopo un periodo di pausa e riflessione con L’Appeso, la carta della Morte simboleggia la fine di una fase , o di un aspetto importante della vostra vita, che vi rendete conto che non vi serve più, aprendo la possibilità di qualcosa di molto più prezioso ed essenziale.
Ci dice chiaramente che bisogna chiudere una porta per aprirne un’altra; suggerisce con forza che dobbiamo lasciarci alle spalle il passato e separarci, pronti ad abbracciare nuove opportunità e possibilità.
Lasciare andare il passato potrebbe essere difficile, ma presto ne noteremmo l’importanza e la promessa di rinnovamento e trasformazione.
Se si resiste a questi finali necessari (la morte), che potrebbero essere dolorosi sia emotivamente che fisicamente, potremmo visualizzare nuove possibilità permettendo a schemi più costruttivi di emergere.
La morte, quindi, mostra un momento di trasformazione, cambiamento e transizione significativi.
Il consiglio che ci danno i tarocchi, quando questa carta viene ‘pescata’ è quello di trasformare noi stessi e spazzare via il vecchio per introdurre il nuovo.
Qualsiasi cambiamento dovrebbe essere accolto come una forza positiva, purificatrice e trasformatrice nella nostra vita. La morte e l’eliminazione dei fattori limitanti possono aprire la porta a un’esperienza di vita più ampia e soddisfacente. Raccogliamo e riassumiamo in maniera pratica quello che è stato fino a qui espresso.

Carta della morte che appare nel verso diritto.

La carta della Morte ha elementi di un cambiamento improvviso e inaspettato.
La morte capita a tutti, non importa chi sei, quanti soldi hai, dove vivi o di che colore è la tua pelle; è lo stesso con un cambiamento significativo. Quindi, la carta della Morte può essere un segno che potresti sentire come se fossi intrappolato nel percorso di un cambiamento radicale e non potessi sfuggire ai suoi effetti (specialmente se accompagnato da La Torre o L’Appeso). Sebbene lo sconvolgimento possa sembrare indesiderato e doloroso, questo enorme cambiamento potrebbe portare con sé una serie di sorprese inaspettate che creano nuove opportunità e vantaggi per te.
Infine, la morte è un segno che devi imparare a lasciar andare gli attaccamenti malsani nella tua vita per aprire la strada a una vita più piena, più appagata di significato e significato più profondi.
La morte ti insegna a lasciar andare modi di vita logori e cresciuti e ad andare avanti da essi. Questa è una carta perfetta per rompere una cattiva abitudine o un modello di comportamento. Considera questo come un momento per eliminare l’eccesso e lasciar andare ciò che non è necessario per la tua vita. Elimina i vecchi effetti personali, i ricordi e i bagagli che ti ostacolano.

Carta della morte pescata in maniera invertita.

In posizione eretta, la Morte è una carta di trasformazione e di solito si riferisce alla necessità di ricominciare lasciando andare il passato. In posizione rovesciata, la Morte può significare che siete sull’orlo di un cambiamento significativo ma che vi opponete.
Potreste essere riluttanti a lasciar andare il passato, o potreste non sapere come fare il cambiamento di cui avete bisogno. Avete ancora dei punti di vista dannosi del passato che possono interferire con una nuova opportunità. A causa del vostro rifiuto, la vita è stagnante e vi sentite bloccati in un limbo.
La morte al contrario ti offre l’opportunità di abbracciare il cambiamento piuttosto che resistergli. Guarda quali meravigliose possibilità ti si rendono disponibili mentre dici “sì” al cambiamento. Mentre impari a rilasciare il passato e ad arrenderti al presente, il futuro diventa ancora più luminoso. Per sostenere il processo, ripeti questa affermazione: “Abbraccio il cambiamento in tutte le forme”. Sarai sorpreso di come questo sottile cambiamento di energia permetta a nuove porte di aprirsi in modi che potresti non aspettarti.
A un livello più profondo, la carta della morte inversa, può mostrare che stai attraversando un’enorme trasformazione personale, spesso in privato e fuori dalla vista degli altri. Stai rilasciando ciò che non ti serve più in modo da poter fare spazio affinché emerga il nuovo. Disegna una carta successiva per capire meglio cosa devi rilasciare ed eliminare, oppure esamina le altre carte nella lettura. Potresti rimuovere la paura e le convinzioni limitanti; potresti cambiare le tue abitudini ma non voler ancora condividere questo con gli altri.
Attendi che la tua trasformazione personale sia avvenuta, quindi condividi la tua storia come fonte di ispirazione.

Follow me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit exceeded. Please complete the captcha once again.

Cristalloterapia

Articolo precedente

L’ossidiana nera
Magia Rossa

Articolo successivo

Ti Manco?